Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Višneva

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Višneva
frazione
(BE) Ві́шнева
(RU) Ви́шнево
Localizzazione
Stato Bielorussia Bielorussia
Regione Minsk
Distretto Valožyn
Comune Spajkovščina
Territorio
Coordinate 54°08′N 26°14′E / 54.133333°N 26.233333°E54.133333; 26.233333 (Višneva)Coordinate: 54°08′N 26°14′E / 54.133333°N 26.233333°E54.133333; 26.233333 (Višneva)
Altitudine 250 m s.l.m.
Abitanti
Altre informazioni
Cod. postale 222343
Fuso orario UTC+3
Cartografia
Mappa di localizzazione: Bielorussia
Višneva
Višneva

Višneva (in bielorusso: Ві́шнева; in russo: Ви́шнево, traslitt. Višnevo; in polacco: Wiszniew) è una località della Bielorussia, situata nel distretto di Valožyn della regione di Minsk, non lontano dal confine con la Lituania.

Toponomastica[modifica | modifica wikitesto]

Il villaggio, come tutte le località bielorusse del resto, è noto storicamente con diversi nomi a causa delle turbolente vicende che hanno caratterizzato la regione nel corso dei secoli. Oltre al toponimo bielorusso infatti la località è nota anche col nome russo di Višnevo, in uso durante il periodo zarista, nell'Unione Sovietica e tuttora, accanto a quello bielorusso; è chiamata inoltre Wiszniew in polacco, lingua ufficiale ai tempi della Confederazione polacco-lituana e della Seconda Repubblica di Polonia, cui la località appartenne.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Già parte del Granducato di Lituania e poi della Confederazione polacco-lituana, dal 1795 fino al termine della prima guerra mondiale appartenne all'Impero russo. Nel 1907 contava una popolazione di 2650 abitanti di cui 1863 ebrei: tuttavia la componente ebraica fu completamente spazzata via dai nazisti durante l'Olocausto. Il villaggio conserva ancora un cimitero ebraico, mentre la sinagoga lignea è andata perduta. Sono presenti inoltre una chiesa cattolica del 1641 e una ortodossa del 1865[1].

Persone legate a Višneva[modifica | modifica wikitesto]

La città ha dato i natali a Shimon Peres, che la lasciò con la sua famiglia nel 1934.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]