Vecchio Bazar di Skopje

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Coordinate: 42°00′02.72″N 21°26′13.04″E / 42.000756°N 21.436956°E42.000756; 21.436956

una via del quartiere del Bazar di Skopje

Il Vecchio Bazar di Skopje (in macedone Стара скопска чаршија, in albanese Çarshia e Vjetër) è il più grande bazar dei Balcani al di fuori d'Istanbul. Si trova a nord del centro di Skopje, capitale della Repubblica di Macedonia, nei pressi del Vardar. Il bazar è l'unica parte vecchia della città ad essere in gran parte sopravvissuta al terremoto del 1963.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Il vecchio bazar si trova a nord del centro di Skopje, sulla sponda sinistra del fiume Vardar. È delimitato a nord dal Bir Pazar, il mercato verde, ad est dal Boulevard Misirkov, ad sud dal Boulevard Delcev e ad ovest dalla collina sulla quale si staglia la fortezza cittadina.

Amministrativamente il quartiere del vecchio bazar fa parte del comune di Čair, abitato in maggioranza da albanesi e con minoranze macedoni e turche.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Il sisma del 1963 ha distrutto e danneggiato la maggior parte del patrimonio architettonico di Skopje. L'area del vecchio bazar tuttavia conserva ancora diversi monumenti risalenti alla dominazione ottomana come moschee, bagni turchi e caravanserragli. Vista la multietnicità del quartiere sono presenti anche alcune chiese ortodosse.

Architetture civili[modifica | modifica wikitesto]

Architetture militari[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Macedonia Portale Macedonia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Macedonia