Vallio (fiume)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Vallio
StatoItalia Italia
RegioniVeneto Veneto
Lunghezza23,93 km[1]
Bacino idrografico35,95 km²
NascePero di Breda di Piave
45°42′18.57″N 12°21′13.2″E / 45.705158°N 12.353667°E45.705158; 12.353667
SfociaCollettore Principale (presso Portegrandi)
45°34′19.28″N 12°27′11.14″E / 45.572021°N 12.453094°E45.572021; 12.453094Coordinate: 45°34′19.28″N 12°27′11.14″E / 45.572021°N 12.453094°E45.572021; 12.453094

Il Vallio è un fiume di risorgiva del Veneto.

Nasce presso Pero e attraversa San Biagio di Callalta, l'abitato omonimo, Meolo e Ca' Tron, dove segna il confine tra la provincia di Venezia e quella di Treviso. Raggiunta la zona di Marteggia, supera il Collettore Principale tramite un ponte canale e, subito dopo, si getta nel Canale Fossetta. In realtà viene proseguito dal canale Vela il quale, incrociato il Taglio del Sile passando sotto un ponte canale, assume le denominazioni di canale Nuovo e canale Taglietto e confluisce nel canale Silone diretto in Laguna.

Affluenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Da destra: fosso Variol, scolo Riul, scolo Valliolo, scolo Susanna, scolo Arnasa, scolo Turban
  • Da sinistra: scolo Saonara, fiume Meolo

Area protetta[modifica | modifica wikitesto]

Tra le province di Treviso e Venezia 93 km del corso dei fiumi Meolo e Vallio sono interessati da un sito di interesse comunitario.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Elenco corsi d'acqua della rete idrografica regionale (PDF), su Piano straordinario triennale interventi di difesa idrogeologica, Regione Veneto. URL consultato il 15 dicembre 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]