Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Usama ibn Munqidh

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Majd al-Dīn Usāma ibn Murshid ibn ʿAlī ibn Munqidh al-Kināni (in arabo: أسامة بن منقذ‎; 4 luglio 109517 novembre 1188) fu uno scrittore, militare e diplomatico musulmano della dinastia Banu Munqidh degli emiri di Shayzar, nel nord della Siria. La sua vita coincise con il sorgere di numerose dinastie musulmane, con l'espansione dei turchi selgiuchidi e con la nascita degli stati crociati conseguente alla Prima crociata.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Usama ibn Munqidh venne bandito dalla natia Shayzar nel 1131. Passò così una vita da esule, servendo sotto diversi signori delle potenti dinastie dei Buridi, degli Zengidi e degli Ayyubidi: Zengi, Norandino, Saladino. Usama servì anche i Fatimidi al Cairo e gli Artuqidi di Hisn Kayfa.

Spregiudicato politico, servì spesso come mediatore tra i molti signori che aveva servito e riuscì a farsi espellere dal Cairo quanto da Damasco. Morì in circostanze ancora misteriose durante il trionfo di Saladino.

È autore di una celebre cronaca autobiografica, "Il libro della riflessione" (Kitāb al-I῾tibār), che fornisce un quadro della Siria del XII secolo, nonché dei rapporti tra occidente latino e mondo musulmano (in particolare il ritratto che viene fatto degli invasori franchi) nel contesto dei conflitti di religione.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Usama Ibn Munqidh nell’Enciclopedia Treccani

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

  • ʿAlī ibn al-Athīr, al-Kāmil fī l-tārīkh, ed. C.J. Tornberg, Beirut, 1982.
  • The Damascus Chronicle of the Crusades. Extracted and Translated from the Chronicle of Ibn al-Qalanisi, ed. H.A.R. Gibb, 1932 (nuova ed. Dover, 2002).
  • An Arab-Syrian Gentleman and Warrior in the Period of the Crusades; Memoirs of Usamah ibn-Munqidh (Kitab al iʿtibar), ed. P.K. Hitti, New York, 1929.

Studi[modifica | modifica wikitesto]

  • The Book of Contemplation: Islam and the Crusades, ed. P.M. Cobb, Londra, 2008.
  • Usamah ibn-Munqidh An Arab-Syrian Gentleman and warrior in the period of the Crusades: Memoirs of Usamah ibn-Munqidh (Kitab al-I'tibar), ed. P.K. Hitti, New York, 2000.
  • Carole Hillenbrand, The Crusades: Islamic Perspectives, Edimburgo, 1999.
  • Robert Irwin, Usamah ibn Munqidh: an Arab-Syrian Gentleman at the time of the crusades reconsidered, in The Crusades and Their Sources, ed. J. France, W Zajac, 1998, pp. 71–87.
  • F. Gabrieli [a cura di], Storici arabi delle crociate, Torino, 1987, ISBN 88-06-59856-2.
  • P.M. Holt, The Age of the Crusades: The Near East from the Eleventh century to 1517, Londra, 1986.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN49232442 · LCCN: (ENn83206133 · ISNI: (EN0000 0001 2101 1890 · GND: (DE118625659 · BNF: (FRcb11927366q (data)