Urolophidae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Urolophidae
Stingaree gordons bay2.jpg

Urobatis jamaicensis.jpg
Dall'alto:Trygonoptera testacea e Urobatis jamaicensis

Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Ittiopsidi
Classe Chondrichthyes
Sottoclasse Elasmobranchii
Infraclasse Euselachii
Superordine Batoidea
Ordine Myliobatiformes
Famiglia Urolophidae

Gli Urolophidae sono una famiglia di pesci cartilaginei marini appartenenti all'ordine Myliobatiformes.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

La famiglia è presente in tutti gli oceani nelle fasce tropicali e subtropicali. Molte specie vivono nei mari australiani. Non sono presenti nel mar Mediterraneo[1].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Sono complessivamente simili ai Dasyatidae o Myliobatidae presenti nei mari europei. Hanno una pinna caudale sviluppata al termine della coda, che è di media lunghezza. Le pinne pettorali si uniscono davanti al muso. In genere sono presenti una o più spine velenifere sulla coda[1].

La maggior parte delle specie non supera qualche decina di centimetri di lunghezza. La taglia massima si aggira sugli 80 cm[2].

Specie[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci