Unione internazionale degli istituti di archeologia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Unione internazionale degli istituti di archeologia
Fondazione1946
Sede centraleItalia Roma
PresidenteRegno Unito Christopher Smith
Sito web

L'Unione internazionale degli istituti di archeologia è un'associazione, nel campo della ricerca archeologica e storica, che ha come scopo di favorire la collaborazione internazionale tra gli istituti di ricerca.

Organizza conferenze e pubblica dal 1959 la rivista Unione internazionale degli istituti di archeologia e dal 1991 patrocina l'attività dell'Unione Romana Biblioteche Scientifiche (URBS).

Organizzazione[modifica | modifica wikitesto]

L'organizzazione dell'Unione è composta da un comitato di presidenza, con la presenza di cinque istituti, un presidente, eletto dall'assemblea per la durata di due anni, un segretario generale, un tesoriere e due revisori dei conti.

Gli istituti[modifica | modifica wikitesto]

Fanno parte dell'Unione gli istituti di archeologia delle seguenti nazioni: Austria, Belgio, Città del Vaticano, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Italia, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Repubblica Ceca, Romania, Spagna, Stati Uniti, Svezia, Svizzera, Ungheria.

Sono membri dell'Unione i seguenti istituti italiani:

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • [1] Sito ufficiale dell'Unione Internazionale degli Istituti di Archeologia