Trivago

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
trivago
Logo
Stato Germania Germania
Altri stati 50
Tipo G.m.b.H.
Fondazione 2005 a Düsseldorf, Germania
Fondata da Rolf Schrömgens, Peter Vinnemeier, Malte Siewert
Sede principale Düsseldorf, Germania
Gruppo Expedia
Prodotti hotel, B&B, ostelli, strutture alberghiere
Dipendenti 700
Slogan «Hotel? trivago»
Sito web www.trivago.it

trivago è un metamotore di ricerca online gratuito che confronta prezzi di hotel, B&B, ostelli e altri tipi di strutture.

Nato in Germania, appartiene al gruppo Expedia e confronta le tariffe alberghiere di oltre 770.000 hotel in tutto il mondo analizzando oltre 260 fonti web, in particolare le OTA (online travel agencies).

Il sistema fornisce anche informazioni in tempo reale sulla disponibilità delle camere consentendone la prenotazione sui siti esterni collegati[1]. Il portale, disponibile anche in versione tablet e mobile[2], raccoglie inoltre le opinioni dei clienti su alberghi e attrazioni turistiche: integra oltre 120 milioni di recensioni e 14 milioni di foto per aiutare gli utenti a trovare il proprio hotel ideale[3].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I fondatori del portale di viaggi sono Rolf Schrömgens e Peter Vinnemeier[4], già creatori del sito Ciao.com, e Malte Siewert[5] proveniente dalla Merrill Lynch. L'idea di trivago fu concepita in Germania nel 2004 e la versione tedesca andò online nel 2005. Negli anni successivi seguirono le altre piattaforme: nel 2007 quella inglese, spagnola, francese, svedese, polacca e quella italiana[6]. Attualmente il portale è disponibile in oltre 50 Paesi ed è tradotto in più di 30 lingue.

Trivago Hotel Manager[modifica | modifica wikitesto]

trivago Hotel Manager (www.trivago.it/hotelmanager/) è il gestionale gratuito dedicato agli albergatori. Attraverso questo strumento, gli hotel hanno la possibilità di migliorare il proprio posizionamento ed aumentare le prenotazioni. In seguito alla registrazione, infatti, i proprietari di una struttura ricettiva possono gestire la propria scheda, controllando e aggiungendo servizi e informazioni sull'hotel, inserendo nuove immagini e descrizioni della struttura e rispondendo alle recensioni.[7]

Quality Test[modifica | modifica wikitesto]

trivago Quality Test è un programma a cui partecipano clienti reali che soggiornano in un hotel e ne forniscono una recensione oggettiva e completa. I risultati si basano su un questionario dettagliato che prende in esame varie caratteristiche dell'hotel e ne evidenzia punti di forza e di debolezza[8].

Osservatorio trivago[modifica | modifica wikitesto]

L'Osservatorio trivago è una fonte di informazioni turistiche e alberghiere. Elabora regolarmente dati sulle tendenze relative al mondo dei viaggi e vacanze[9]; fornisce inoltre analisi approfondite utilizzate per scopi statistici e accademici da diverse istituzioni e università.

tHPI[modifica | modifica wikitesto]

il tHPI (trivago Hotel Price Index) è un indicatore sintetico della media prezzi corrente delle tariffe hotel. Le tariffe per una camera doppia standard sono calcolate sulla base di oltre 2.000.000 di richieste quotidiane effettuate sul portale, che mette insieme tutte le richieste hotel e, ogni mese, offre una panoramica dei prezzi degli hotel per il mese successivo[10].

Community[modifica | modifica wikitesto]

Del sito fa parte anche la Community online di viaggiatori e appassionati di viaggi (www.trivago.it/community/). Nella fase di lancio circa 25-30 membri sono stati coinvolti nella gestione e nello sviluppo del sito. Gli utenti che si iscrivono alla Community possono inserire contenuti sul sito, tra cui foto, descrizioni e informazioni sugli hotel e sulle attrazioni. Le azioni effettuate sulla Community sono ricompensate e più ne vengono effettuate, più il livello dell'utente cresce.

Ambiente lavorativo[modifica | modifica wikitesto]

trivago promuove un orario flessibile ed è caratterizzato da un'atmosfera internazionale: gli impiegati che lavorano nel quartier generale di Düsseldorf[11] provengono da circa 60 diverse nazionalità[12].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Antonio Preiti, Turismo: il dataclisma e l'algoritmo dell'identità, Huffington Post, 2 aprile 2015
  2. ^ Valeria Bonfanti, trivago e l'app salva estate, La Stampa, 21 luglio 2014
  3. ^ Company page, trivago.it
  4. ^ Management, trivago.it
  5. ^ Simone Cosimi, Trivago: “Nel business dei viaggi online serve più concorrenza” , Wired, 21 giugno 2014
  6. ^ Storia, trivago.it
  7. ^ trivago Hotel Manager, è nato il nuovo gestionale albergatori, Hospitality News, 8 maggio 2014
  8. ^ Danilo Pontone, Hotel Test di trivago. Come funziona lato utente e hotel, Hotel 2.0 | Web Marketing Turistico e Seo per Hotel, 5 dicembre 2011
  9. ^ Osservatorio Trivago: prezzi hotel raddoppiati nei primi giorni di Expo, Travel Quotidiano, 13 febbraio 2015
  10. ^ Prezzi degli hotel: a novembre, le metropoli del sud Europa sono le più vantaggiose, Formazione Turismo, 9 novembre 2009
  11. ^ Sara Stefanini, Gli uffici più belli del mondo, La Repubblica, 1º maggio 2015
  12. ^ Giuliana Grimaldi, Stefano Manzi, da stagista a manager in soli quattro anni ma in terra tedesca, TGCOM24, 23 giugno 2014

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]