Trilogy (Yngwie Malmsteen)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Trilogy
Artista Yngwie Malmsteen
Tipo album Studio
Pubblicazione 1986
Durata 40 min : 40 s
Dischi 1
Tracce 9
Genere Power metal
Neoclassical metal
Heavy metal
Etichetta Polydor
Yngwie Malmsteen - cronologia
Album precedente
(1985)
Album successivo
(1988)

Trilogy è il terzo album del chitarrista svedese Yngwie J. Malmsteen.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Spicca la traccia strumentale Trilogy Suite Op.5 in cui sono evidenti le peculiarità chitarristiche dell'autore, in particolare un'invidiabile pulizia e velocità di esecuzione. Peculiarità tra le quali non è sicuramente compreso il tapping, che possiamo notare in Fury e proprio questo fa del brano in questione uno dei rari esempi dell'utilizzo di questa difficile tecnica da parte del chitarrista. Sono presenti numerose citazioni dai vari fraseggi barocchi di Johann Sebastian Bach, uso del modo frigio e inflessioni nello stile di Ritchie Blackmore. Il disco è dedicato all'ex primo ministro svedese Olof Palme, assassinato nello stesso anno.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. You Don't Remember, I'll Never Forget (04:29)
  2. Liar (04:07)
  3. Queen In Love (04:02)
  4. Crying (05:01)
  5. Fury (03:54)
  6. Fire (04:09)
  7. Magic Mirror (03:51)
  8. Dark Ages (03:54)
  9. Trilogy Suite Op.5 (07:13)

(Tutte le canzoni sono scritte ed arrangiate da Y. J. Malmsteen)

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Metal Portale Metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Metal