Triakidae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Squali palombi
Leopard shark in kelp.jpg
Triakis semifasciata
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Gnathostomata
Classe Chondrichthyes
Sottoclasse Elasmobranchii
Ordine Carcharhiniformes
Famiglia Triakidae
Gray, 1851

La famiglia Triakidae Gray, 1851, dell'ordine dei Carcharhiniformes, consiste di 40 specie divise in 9 generi. In alcune classificazioni, la famiglia è divisa in 2: i generi Mustelus, Scylliogaleus e Triakis apparterrebbero alla famiglia Triakidae, mentre i restanti generi apparterrebbero alla famiglia Galeorhinidae.

Aspetto[modifica | modifica wikitesto]

La famiglia si distingue per la 2 pinne dorsali senza spine, la presenza della pinna anale, e la forma ovale degli occhi, che sono coperti da membrane nittitanti[1]. I triakidae sono di dimensioni medio-piccole, in età adulta a seconda della specie variano in lunghezza da 37 a 220 cm[1].

Habitat[modifica | modifica wikitesto]

Se ne trovano in acque calde e temperate[1]

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Si nutrono di pesci ed invertebrati che catturano sia sul fondale che a medie profondità[1].

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

La famiglia Triakidae include 44 specie divise in 9 generi:[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Compagno, L.J.V. 1984 FAO species catalogue. Vol. 4. Sharks of the world. An annotated and illustrated catalogue of shark species known to date. Part 2 - Carcharhiniformes. FAO Fish. Synop. 125(4/2):251-655.
  2. ^ Triakidae su FishBase, su fishbase.org. URL consultato il 1º gennaio 2009.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci