Trattato fra la Repubblica di Genova e il Khanato dell'Orda d'Oro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Trattato fra la Repubblica di Genova e il Khanato dell'Orda d'Oro
Firma27 novembre 1380
LuogoCaffa, Crimea
PartiFlag of Genoa.svg Repubblica di Genova
Golden Horde flag 1339.svg Khanato dell'Orda d'Oro
LingueLingua ligure (in seguito tradotto in lingua tartara)
voci di trattati presenti su Wikipedia

Il trattato fra la Repubblica di Genova e il Khanato dell'Orda d'Oro fu un documento stipulato a Caffa (Crimea) fra il regno eurasiatico e lo Stato di San Giorgio, di cui la cittadella di Caffa costituiva proprio una delle maggiori basi commerciali nel Mediterraneo orientale. Il documento si trova oggi conservato presso l'Archivio di Stato di Genova.

La stipula del trattato avvenne il 27 novembre 1380 alla presenza di un emissario dell'Imperatore, per essere poi rinnovato il 24 febbraio 1381. Per ciascuna di esse venne redatta una copia originale in volgare genovese, cui sarà affiancata una traduzione in lingua tartara.

L'importanza di tale documento è quindi non solo di carattere storico, ma anche e soprattutto linguistico: la lingua dell'originale versione in genovese «non presenta, rispetto ai coevi documenti cancellereschi metropolitani, peculiarità di alcun genere», confermando l'ormai avvenuta maturazione di una prosa in volgare ligure che esuli da contesti letterari e che risponde a precise esigenze funzionali; oltre a ciò, il documento fornisce diretta testimonianza di «un uso internazionale del genovese, e verosimilmente di quel genovese «d'Otramar» di cui esistono pochi documenti diretti» (citazioni da Toso, in bibliografia).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Cornelio Desimoni, Trattato dei Genovesi col Chan dei Tartari del 1380-1381 scritto in lingua volgare, in Archivio Storico Italiano, vol. 20, 1887, pp. 161-165.
  • Fiorenzo Toso, Storia linguistica della Liguria, Recco, Le Mani, 1995, pp. 141-142.