Tottoi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Tottoi
トトイ
(Totoi)
Genereavventura
Film TV anime
AutoreGianni Padoan (tratto dall'omonimo romanzo)
RegiaNorifumi Kiyozumi
SceneggiaturaRyūzō Nakanishi
Char. designHaruhiko Mikimoto
Dir. artisticaTakashi Moro
MusicheKōichi Sakata
StudioNippon Animation
ReteNHK
1ª TVgiugno 1992
Durata83 min
1ª TV it.17 marzo 2012[1]

Tottoi (トトイ Totoi[2]?) è uno speciale televisivo anime del 1992 prodotto da Nippon Animation, diretto da Norifumi Kiyozumi e trasmesso dalla NHK. È ispirato alle vicende narrate dall'autore italiano Gianni Padoan nell'omonimo racconto.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Tottoi (Giovanni Antonio in italiano) è un ragazzino di circa 14 anni, figlio di un sardo emigrato in Germania.

Alla morte di sua madre, il padre decide di tornare nel paese natio, in Sardegna, ritenendolo un luogo più sano per crescere i suoi due figli. Tottoi e la sorellina si ritrovano quindi catapultati a Dorgali, ed in particolare nella sua frazione marittima di Cala Gonone, che nell'anime giapponese è facilmente riconoscibile.

Durante un'escursione alle grotte marine del Bue Marino, mentre Tottoi è intento a nuotare, fa la sua improvvisa comparsa una foca monaca del Mediterraneo, che lascia di stucco il ragazzo, unico testimone dell'inaspettato incontro.

La foca monaca, ritenuta estinta in quelle acque da almeno un decennio, è infatti ricomparsa nella grotta, scegliendo una spiaggia al suo interno per partorire un cucciolo che diventerà il secondo protagonista della storia.

Tottoi, accompagnato da un naturalista locale, farà amicizia con la foca ed il suo cucciolo, che verrà chiamato Zabaione per via di una macchia gialla sul ventre.

Tottoi ed i suoi amici, nel prosieguo della storia, saranno impegnati a difendere le foche da uno spietato imprenditore americano, intenzionato a catturare i due mammiferi per il suo zoo privato in Florida.

Doppiaggio giapponese[modifica | modifica wikitesto]

Personaggio Doppiatore originale giapponese
Greg Chafūrin
Francesca Muggianu Chieko Honda
Hoit Daisuke Gouri
Giovanni Antonio Muggianu/Tottoi Daisuke Namikawa
Capitano Marco Ikuya Sawaki
Reinhart Jun'ichi Kanemaru
Billia Kappei Yamaguchi
Cipriano Muggianu Kei Tomiyama
Totorino Ken Yamaguchi
Stanis Muggianu Ken'ichi Ogata
Grazia Muggianu Miyuki Ichijō
Caterina Naoko Matsui
Popol Naomi Oka
Nanni Spass Seizo Katou
Jack Land Takeshi Watabe
Massimo Takumi Yamazaki
Pedro Toshiharu Sakurai
la guida Wataru Takagi

Edizione italiana[modifica | modifica wikitesto]

Il cartone è rimasto inedito in Italia fino al 2012, quando il 17 marzo è stato proiettato al teatro comunale di Dorgali, nei luoghi quindi dove è ambientato.

Il doppiaggio in italiano e sardo è stato eseguito dagli alunni della 1ª A della scuola media di Dorgali.[3]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Il cartone animato "Tottoi" è probabilmente l'unico lungometraggio animato giapponese ad essere ambientato in Sardegna, sebbene altri anime siano stati ambientati sempre in Sardegna sotto forma di serie TV, come nel caso di Campione!.

Alcuni luoghi della cittadina di Cala Gonone sono facilmente riconoscibili e riprodotti con fedeltà.

Prodotti e costumi locali, alcuni edifici, le infrastrutture portuali e alcune barche turistiche tuttora in uso sono facilmente identificabili.

In Italia l'anime è tuttora inedito, mentre è stata commercializzata la versione in VHS prodotta dalla Just for KIDS Home Video col titolo The Secret of the Seal[4] negli Stati Uniti e in Gran Bretagna. In Spagna le reti televisive hanno trasmesso il lungometraggio doppiato in spagnolo. Quest'ultima versione è tuttora facilmente reperibile.

È stato inoltre prodotto un videogioco didattico negli anni '90, diffuso nei paesi anglofoni per imparare la grammatica inglese.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Un cartone animato giapponese ambientato in Sardegna - Formaparis[collegamento interrotto]
  2. ^ Trad. lett. Giocattolo
  3. ^ Tottoi rivive a Dorgali - Regione - La Nuova Sardegna
  4. ^ Trad. lett. Il segreto del sigillo

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Anime e manga