Tommaso Badia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Tommaso Badia, O.P.
cardinale di Santa Romana Chiesa
1542 THOMAS BADIA - BADIA TOMMASO.JPG
Ritratto del cardinale Badia
Tommaso Badia COA.jpg
 
Incarichi ricoperti
 
Nato10 dicembre 1483 a Modena
Ordinato presbiteroin data sconosciuta
Creato cardinale2 giugno 1542 da papa Paolo III
Deceduto6 settembre 1547 (63 anni) a Roma
 

Tommaso Badia (Modena, 10 dicembre 1483Roma, 6 settembre 1547) è stato un cardinale italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Entrato nell'Ordine domenicano nella sua città natale, ben presto superò tutti i suoi fratelli per l'apprendimento, e successivamente insegnò Teologia a Ferrara, Venezia e Roma. Quando Sylvester de Prierias fu inviato in missione ai principi d'Italia, Badia fu scelto per occupare, temporaneamente, l'ufficio di Maestro del Sacro Palazzo, a cui pervenne definitivamente, probabilmente nel 1523.

Fu messo nella commissione che ha redatto l'elenco degli abusi che dovevano essere riformati nel Concilio di Trento. Prese parte alla Dieta di Worms (1540), non solo come contraddittore, ma anche come consigliere teologico del cardinale Gasparo Contarini e a Ratisbona (1541). Al suo ritorno in Italia papa Paolo III lo creò cardinale (2 giugno 1542), ma non accettò l'offerta di essere vescovo di Urbino, allo stesso tempo. Anche se selezionato come uno dei legati a presiedere a Trento, fu trattenuto a Roma per esaminare le note dottrinali e disciplinari redatte nelle sedute del consiglio. Fu grazie al suo parere favorevole e all'approvazione delle sue Costituzioni che Paolo III confermò la Compagnia di Gesù.

Secondo il suo desiderio fu sepolto nella Chiesa di Santa Maria sopra Minerva, accanto al cardinale Gaetano.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Egli è l'autore di numerosi trattati filosofici, così come di opere sulla Divina Provvidenza, sull'immortalità dell'anima e di diversi trattati contro Lutero, nessuno dei quali è stato pubblicato.

  • Questiones physicae et metaphysicae
  • Liber de anima
  • Tractatus tres: De intensione formarum; De analogia entis; De pluralitate intelligentiarum iuxta Aristotelem
  • Tractatus duo: De immortalitate animae; De opinantes
  • De providentia divina
  • De pugna duorum Angelorum homini astantium, ad Gabrielem Ferrarium
  • Tractatus adversum Lutheranorum errores
  • Consilium delectorum cardinalium et aliorum praelatorum de emendanda ecclesia S.D.N. Paulo III petente conscriptum et exhibitum anno 1537

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giuseppe Alberigo: BADIA (Delle Abbazie, Dalla Badia), Tommaso, in Dizionario Biografico degli Italiani, vol. V (Bacca–Baratta), Istituto della Enciclopedia Italiana, Roma 1963.
  • Nicola Bernabei, Vita del Cardinale Giovanni Morone, vescovo di Modena e biografie dei Cardinali Modenesi e di Casa d'Este, dei cardinali vescovi di Modena e di quelli educati in questo Collegio di San Carlo. Modena 1885, pp. 175-180
  • Lorenzo Cardella, Memorie storiche de' cardinali della Santa Romana Chiesa. Roma 1793. vol. IV, pp. 247-249
  • Alfonso Chacón, Vitæ, et res gestæ Pontificvm Romanorum et S. R. E. Cardinalivm ab initio nascentis Ecclesiæ vsque ad Vrbanvm VIII. Pont. Max. Rom 1630. vol. II, cl. 1546
  • Ludwig von Pastor, Geschichte der Päpste seit dem Ausgang des Mittelalters, Freiburg im Breisgau 1909. vol.. 5, pp. 144 e ss.
  • Conradus Eubel e Guglielmus van Gulik, Hierarchia Catholica Medii et Recentioris Aevi, Münster 1935. vol. III, p. 28, p. 70
  • Vinzenz Pfnür, Badia, Tommasio, in Lexikon für Theologie und Kirche. Freiburg im Breisgau et. al. 1993. vol. 1, cl. 1349 e ss.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN257811348 · WorldCat Identities (EN257811348