Tioclomarolo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Tioclomarolo
Tioclomarol.svg
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C22H16Cl2SO4
Massa molecolare (u) 447.33 g/mol
Codice ATC B01AA11
PubChem 72147
SMILES C1=CC=C2C(=C1)C(=O)C(=C(O2)O)C(CC(C3=CC=C(C=C3)Cl)O)C4=CC=C(S4)Cl
Indicazioni di sicurezza

Il tioclomarolo è un farmaco ad attività anticoagulante appartenente alla famiglia delle cumarine e dei tiofeni.

Meccanismo d'azione[modifica | modifica wikitesto]

È sostanzialmente un antagonista competitivo della vitamina K, dove l'attività inibitrice dipende:

  • dalla quantità di vitamina k presente nell'organismo
  • dall'assorbimento intestinale del farmaco

L'attività anticoagulante si esplica anche per inibizione della biosintesi epatica post-ribosomiale dei fattori della coagulazione attivi vitamina k dipendenti quali protrombina (II), proconvertina (VII), fattore antiemofilico B (IX) ed il fattore Stuart (X).

Utilizzi[modifica | modifica wikitesto]

Usato per la cura e la prevenzione di malattie a carattere tromboembolico.

Effetti avversi[modifica | modifica wikitesto]

Si riscontrano, con frequenza, emorragie, ecchimosi, epistassi, gengivorragia, ematuria, ematomi sottocutanei e muscolari, più raramente ematomi della bocca e del tratto digestivo.