Ti-Koyo e il suo pescecane

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ti-Koyo e il suo pescecane
Ti-Koyo e il suo pescecane.jpg
Paese di produzioneItalia, Francia
Anno1962
Durata107 min
Generecommedia
RegiaFolco Quilici
SoggettoClement Richer
SceneggiaturaItalo Calvino (adattamento)
Augusto Frassinetti
Folco Quilici
Ottavio Alessi
ProduttoreGoffredo Lombardo
Casa di produzioneProduzioni Cinematografiche Mediterranee, Titanus, Metro, Société Générale de Cinématographie, Société Nouvelle Pathé Cinéma
Distribuzione in italianoSan Paolo Film
FotografiaPier Ludovico Pavoni
MontaggioMario Serandrei
MusicheFrancesco De Masi
ScenografiaNadia Vitali
Interpreti e personaggi
  • Al Kauwe: Ti-Koyo
  • Marlene Among: Diana
  • Denis Puhira: Ti-Koyo piccolo
  • Diane Samsoi: Diana piccola
  • Roan Arupà: Cocoyo
Doppiatori italiani

Ti-Koyo e il suo pescecane è un film del 1962 diretto da Folco Quilici.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato girato interamente nelle Isole Tuamotu, nella Polinesia Francese.[1] La produzione si avvalse della collaborazione dei tecnici subacquei della rivista Mondo Sommerso.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

«[...] Col suo fondo di favola, il film ha spesso un'ariosità inebriante, una pungente gentilezza; ma poteva e doveva saturarsi della sola amicizia col pescecane, quale simbolo d'una fuga dal tempo. Invece regala al protagonista la seconda compagnia d'una bella cinesina d'America, che per amore del bel ragazzo abbraccia anche lei la vita selvaggia. Questo è un colpo alla Tarzan; Quilici ha caricato troppo la dose spettacolare del suo film proponendovi un consorzio uomo - donna - squalo, davvero utopico per chi conosca il carattere femminile. Cosi come ha abusato dei monologhi.»

(Leo Pestelli, La Stampa, 23 novembre 1962[2])

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema