The Morning After (The J. Geils Band)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Morning After
ArtistaThe J. Geils Band
Tipo albumStudio
Pubblicazioneottobre 1971
pubblicato negli Stati Uniti
Durata34:23
Dischi1
Tracce10
GenereBlues rock
Hard rock
Boogie rock
Rock and roll
EtichettaAtlantic Records (SD 8297)
ProduttoreBill Szymczyk
ArrangiamentiThe J. Geils Band
RegistrazioneLos Angeles al Record Plant West, 2 settembre 1971[1]
FormatiLP
The J. Geils Band - cronologia
Album precedente
(1970)
Album successivo
(1972)
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
AllMusic 4/5 stelle[2]
Robert Christgau B-[3]
The New Rolling Stone Album Guide 3/5 stelle[4]
Sputnikmusic 3.5 (Great)[5]

The Morning After è il secondo album discografico del gruppo musicale rock statunitense dei The J. Geils Band, pubblicato dalla casa discografica Atlantic Records nell'ottobre del 1971[6].

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

LP[modifica | modifica wikitesto]

Lato A
  1. I Don't Need You No More – 2:35 (Seth Justman, Peter Wolf)
  2. Whammer Jammer – 2:34 (Juke Joint Jimmy)
  3. So Sharp – 3:09 (Arlester Christian)
  4. The Usual Place – 2:44 (Don Covay, Leroy Randolph)
  5. Gotta Have Your Love – 4:32 (Seth Justman, Peter Wolf)
Lato B
  1. Looking for a Love – 3:45 (James W. Alexander, Zelda Samuels)
  2. Gonna Find Me a New Love – 3:23 (Seth Justman, Peter Wolf)
  3. Cry One More Time – 3:21 (Seth Justman, Peter Wolf)
  4. Floyd's Hotel – 3:08 (Seth Justman, Peter Wolf)
  5. It Ain't What You Do (It's How You Do It) – 5:12 (Juke Joint Jimmy)

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Note aggiuntive
  • Bill Szymczyk - produttore (per la Tumbleweed Productions), ingegnere delle registrazioni
  • Lee Kiefer - ingegnere delle registrazioni e assistente alla produzione
  • Registrazioni effettuate al Record Plant West di Los Angeles, California (Stati Uniti)
  • The J. Geils Band - arrangiamenti
  • Stephen Paley - fotografie
  • Sam Cooperstein - design album
  • Fred Lewis e Juke Joint Jimmy - assistenza speciale[7]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Album
Anno Classifica Posizione
raggiunta
1971 Billboard 200 Stati Uniti 64[8]
Singoli
Anno Titolo del brano Classifica Posizione
raggiunta
1972 Looking for a Love Billboard Hot 100 Stati Uniti 39[9]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Atlantic Records Catalog: 8200 series, su jazzdisco.org. URL consultato il 18 febbraio 2018.
  2. ^ (EN) The Morning After, su AllMusic, All Media Network. Modifica su Wikidata
  3. ^ (EN) Robert Christgau: The J. Geils Band, su robertchristgau.com.
  4. ^ Nathan Brackett e David Hoard, The New Rolling Stone Album Guide, Fireside, 2004, p. 326.
  5. ^ (EN) The J. Geils Band - The Morning After, su sputnikmusic.com.
  6. ^ (EN) Billboard, New York, Lee Zhito, Paul Ackerman, John Sippel, 30 ottobre 1971, p. 54, http://www.americanradiohistory.com/Archive-Billboard/70s/1971/Billboard%201971-10-30.pdf. URL consultato il 18 febbraio 2018.
  7. ^ Note di copertina di The Morning After, The J. Geils Band, Atlantic Records SD 8297, 1971.
  8. ^ The Morning After - Billboard, su billboard.com. URL consultato il 18 febbraio 2018.
  9. ^ The J. Geils Band Looking for a Love, su billboard.com. URL consultato il 18 febbraio 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • J. Geils Band - The Morning After, su discogs.com. URL consultato il 18 febbraio 2018. (LP originale - Titoli, durata ed autori brani - Musicisti - Produttore - Altro)
Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musica