The Killing Game Show

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Killing Game Show
videogioco
Killingame2.jpg
Piattaforma Amiga, Sega Mega Drive, Atari ST
Data di pubblicazione 1990
Genere Piattaforme
Tema Fantascienza
Sviluppo Raising Hell Software
Pubblicazione Psygnosis, Electronic Arts
Ideazione Martin R. Chudley
Modalità di gioco Giocatore singolo
Periferiche di input Tastiera, joystick
Supporto Floppy disk, cartuccia
« ..and now ist time for the greatest show on earth... »
(Testo della schermata introduttiva)

The killing game show è un videogioco per piattaforma Amiga pubblicato da Psygnosis nel 1990, è un videogioco a piattaforme con elementi Shoot'em up.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

In un futuro prossimo c'è un solo programma reality televisivo capace di attirare oltre Cinquanta milioni di persone,The killing game show. Vennero creati dei pozzi pieni di creature ostili,il giocatore dovrà risalirli tutti per sopravvivere.

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Durante il videogioco si guida un Mech di tipo Walker armato di due mitragliatrici di tipo Vulcan. Bisogna risalire le varie piattaforme saltando,arrampicandosi e sfruttando i vari appigli, prima che il livello di liquido radioattivo ci raggiunga,causando la distruzione del Walker. La particolarità del videogioco è che il computer "fa un Rewind" e si visualizza il replay di quando si viene distrutti, quindi nello stesso tempo il giocatore può riuscire a cambiare il suo destino. Modalità unica per giochi dell' epoca.Non mancano i power-up come armi supplementari, vite extra e chiavi sblocca porte. La difficoltà del gioco è altissima. Il videogioco si sviluppa su sedici livelli o pozzi.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • La versione per Megadrive fu commercializzata con un altro nome;Fatal rewind.
  • Il Walker appare come cameo nel videogioco, sempre di Psygnosis, Leander.
Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi