The Bevis Frond

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Bevis Frond
Paese d'origine Inghilterra Inghilterra
Genere Indie rock
Neopsichedelia
Blues rock
Alternative rock
Periodo di attività 1986in attività
Etichetta Woronzow Records, Reckless Records
Album pubblicati 23
Studio 21
Live 2

The Bevis Frond è un gruppo musicale britannico fondato da Nick Saloman nel 1986, la cui musica ispirata al rock degli anni sessanta spazia dall'indie rock al rock psichedelico. Il gruppo ha inciso 21 album, la maggior parte autoprodotti e pubblicati dalla etichetta di Saloman, la Woronzow.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Proveniente da altre esperienze musicali formative, Nick Saloman forma The Bevis Frond nel 1986. Con i soldi ottenuti grazie a un risarcimento danni conseguente a un incidente motociclistico del 1982, pubblica per la Woronzow Records, etichetta da lui creata, il primo album Miasma e inizia a tenere abitualmente concerti, venendo apprezzato dalla critica di settore.[1]

Nel 1988 il gruppo pubblica Triptych, ispirato sia al blues rock che al folk rock di matrice Byrds.[2]

Nel 1990 Saloman ha abbastanza soldi da potersi permettere di affittare uno studio professionale, viene così pubblicato l'album Any Gas Faster. Il disco ottiene anche una diffusione in Italia, venendo trasmesso da Radio Rock (Roma).[senza fonte]

Al gruppo, sempre nel 1990, collabora Twink dei Pink Fairies per l'album Magic Eye.[3]

Hanno preso parte alla registrazione degli ultimi album, musicisti che accompagnavano di volta in volta Saloman nelle tournée, fra cui Adrian Shaw al basso.

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Album[modifica | modifica sorgente]

  • 1987 - Miasma (Woronzow Records)
  • 1987 - Inner Marshland (Woronzow Records)
  • 1988 - Auntie Winnie Album (Reckless Records)
  • 1988 - Bevis Through the Looking Glass (Reckless Records)
  • 1988 - Triptych (Woronzow Records)
  • 1990 - Any Gas Faster (Reckless Records)
  • 1990 - Ear Song (live) (Reckless Records)
  • 1990 - Magic Eye (Woronzow Records)
  • 1991 - New River Head (Woronzow Records)
  • 1992 - A Gathering of Fronds (Reckless Records)
  • 1993 - It Just Is (Woronzow Records)
  • 1993 - London Stone (Woronzow Records)
  • 1995 - Superseeder (Woronzow Records)
  • 1996 - Son of Walter (Flydaddy Records)
  • 1999 - North Circular (Flydaddy Records)
  • 1999 - Vavona Burr (Flydaddy Records)
  • 1999 - Live at the Great American Music Hall (live) (Flydaddy Records)
  • 2000 - Valedictory Songs (Woronzow Records)/Rubric
  • 2002 - What Did for the Dinosaurs (Woronzow Records)/Rubric
  • 2004 - Hit Squad (Woronzow Records)/Rubric
  • 2011 - The Leaving of London (Woronzow Records)

Partecipazioni[modifica | modifica sorgente]

  • Children of Nuggets: Original Artyfacts from the Second Psychedelic Era, 1976-1995 con la canzone Lights Are Changing[4]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Bevis Frond - DelRock.it
  2. ^ The History of Rock Music. Bevis Frond: biography, discography, reviews, links
  3. ^ Bevis Frond, All Music Guide. URL consultato l'11 dicembre 2007.
  4. ^ Children of Nuggets: Original Artyfacts from the Second Psychedelic Era - 1976-1995, All Music Guide. URL consultato l'11 dicembre 2007.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock