Territori recuperati

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Territori Recuperati (dal polacco: "Ziemie Odzyskane, letteralmente "Terre Riguadagnate") era un termine ufficiale utilizzato dalla Repubblica Popolare di Polonia per descrivere il territorio della Città Libera di Danzica e le parti appartenenti alla Germania prima della Seconda guerra mondiale che diventarono Polacche dopo di essa.

Il fondamento logico del termine "Recovered" (Recuperato) era il Piast Concept, per il quale questi territori erano inizialmente parte della tradizionale patria polacca. Essi erano stati parte dello stato Polacco durante la dinastia medievale dei mozzi.

Con il passare dei secoli, essi subirono l'influenza germanica tramite i processi di insediamento, verso est, da parte dei Germani (Ostsiedlung) e di espansione politica Drang nach Osten).

La grande maggioranza degli abitanti Germani fuggirono o furono espulsi dai territori, durante le ultime fasi della guerra e, dopo la fine della fuerra, solo una piccola minoranza germanica rimase in alcune zone.

I territori furono reinsediati con i Polacchi reintegrati forzati a lasciare le ex aree della Polonia dell'Est, che furono annesse dall'Unione Sovietica, con Ucraini, Ruteni ed altre minoranze reintegrate a forza, con l'Operazione Vistola-Oder" e con i Poli che si spostarono volontariamente verso il centro della Polonia.

Le autorità comuniste che condussero l'insediamento fecero anche lo sforzo di rimuovere alcune tracce della cultura germanica, così come nomi e iscrizioni storiche sui palazzi, dai territori guadagnati.

Il confine post-huerra tra Germania e Polonia (la Linea Oder-Neiße) fu riconosciuta dalla Repubblica Democratica Tedesca nel 1950 e dalla Germania dell'Ovest nel 1970, e fu affermata dalla Germania riunificata con il Trattato sul confine tedesco-polacco del 1990.

Aree[modifica | modifica wikitesto]

Origine e utilizzo del termine[modifica | modifica wikitesto]

Polonizzazione dei Territori Recuperati[modifica | modifica wikitesto]

Ruolo nel regime comunista[modifica | modifica wikitesto]

Status legale dei territori[modifica | modifica wikitesto]

Con il trattato del confine tedesco-polacco successivo alla riunificazione tedesca la Germania riconosce il possesso della Polonia dei territori a est della linea Oder-Neiße.

Note[modifica | modifica wikitesto]


Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]