Teatro San Cassiano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Teatro San Cassiano di Venezia è stato il primo teatro pubblico da quando è stato inaugurato nel 1637.[1][2] Il teatro prende il nome dal quartiere in cui era situato, la parrocchia di San Cassiano in prossimità di Rialto.[2] Era un edificio in pietra di proprietà della famiglia veneziana Tron. Era definito "pubblico" poiché era diretto da un impresario o direttore generale e offerto ad un pubblico pagante, piuttosto che esclusivamente per i nobili.

Il teatro originale fu progettato da Andrea Palladio nel 1565. La sua struttura in legno è andata bruciata in un incendio nel 1629, dopodiché ricostruito in pietra e acquistato dalla famiglia Tron.

Le prime opere rappresentate sono state L'Andromeda di Francesco Mannelli nel 1637 e La Maga Fulminata di Benedetto Ferrari nel 1638. Nel 1639 ebbe la prima Le nozze di Teti e di Peleo di Francesco Cavalli, nel 1640 di Gli amori d'Apollo e di Dafne di Cavalli, nel 1641 Didone di Cavalli ed Il ritorno d'Ulisse in patria di Monteverdi, nel 1642 La virtù de' strali d'amore di Cavalli, nel 1644 Ormindo di Cavalli, nel 1645 Doriclea e Titone di Cavalli, nel 1648 La Semiramide in India di Francesco Sacrati (compositore), nel 1649 Il Giasone di Cavalli, nel 1650 Orimonte di Cavalli, nel 1658 Antioco di Cavalli e L'incostanza trionfante, overo Il Theseo di Pietro Andrea Ziani e nel 1659 Elena di Cavalli.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Irving Kolodin, The Opera Omnibus: Four Centuries of Critical Give and Take, New York, Dutton, 1976, p. 50, ISBN 0-8415-0438-5.
  2. ^ a b William Foster Apthorp, The Opera Past and Present, New York, Charles Scribner's and Sons, 1910, p. 26, ISBN. Available at Project Gutenberg.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

San Cassiano