Tavolero

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Tavolero
frazione
Tavolero – Veduta
Chiesa di San Flaviano
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Abruzzo-Stemma.svg Abruzzo
ProvinciaProvincia di Teramo-Stemma.svg Teramo
ComuneRocca Santa Maria-Stemma.png Rocca Santa Maria
Territorio
Coordinate42°40′N 13°32′E / 42.666667°N 13.533333°E42.666667; 13.533333 (Tavolero)Coordinate: 42°40′N 13°32′E / 42.666667°N 13.533333°E42.666667; 13.533333 (Tavolero)
Altitudine826 m s.l.m.
Abitanti0 (anno 2007)
Altre informazioni
Cod. postale64010
Prefisso0861
Fuso orarioUTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Tavolero
Tavolero

Tavolero, o Tavolieri, o Tivolieri, (l'antica Tebularium) è una frazione del Comune di Rocca Santa Maria in provincia di Teramo, sui Monti della Laga, nel territorio del Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Il borgo è sito a quota 826 metri, su uno sperone roccioso dominante il sottostante fiume Tordino. Si raggiunge percorrendo un tratto di strada, in discesa, che in località Cona Faiete si dirama dalla strada provinciale 48 di Bosco Martese (la strada che da Teramo conduce a Rocca Santa Maria spingendosi fino alla località montana del Ceppo).

Le abitazioni sono prevalentemente ottocentesche (qualcuna potrebbe essere anche precedente). È presente una casa privata cinquecentesca, con camino monumentale, restaurata per un uso estivo.

Notizie storiche[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1076 Trasmondo di Sisefredo donò al vescovado aprutino (di Teramo) la parte del castello di Tizzano e le pertinenze presso Tibulario (oggi Tavolero).

Nel 1086 Teutone VII di Ranieri donò al vescovo Ugone la sua porzione del castello di Tizzano con le pertinenze presso Tivolario.

Nel 1124 i Totoneschi risultano concessionari delle terre di proprietà della chiesa aprutina, che hanno tra i confini anche il colle di Tebulario.

Nel 1287, il castello di Tebulario risulta confinante con i castelli di Padula, Frunti e Scalelle i cui uomini accettano l'atto di sottomissione alla città di Teramo.

Nel 1324, la chiesa di San Flaviano (in Tavolero) risulta nel catalogo degli enti ecclesiastici della diocesi aprutina.

Nel 1526, come si evince dal libro censuale, la chiesa di San Flaviano (in Tavolero) deve corrispondere "2 tomoli di spelta" alla chiesa aprutina.

Nel 1813 Tavolero e le sue terre annesse, già facente parte dell'università di Rocca Santa Maria compresa nello Stato di Bisegno[1], entrò definitivamente a far parte dell'istituendo Comune di Rocca Santa Maria.

Nel 1804 il borgo era abitato da 16 persone e faceva parte della parrocchia di Canili insieme a Fustagnano e a Colle. Nel 1841 gli abitanti erano 17.

Oggi il paese è disabitato.

La chiesa di San Flaviano[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Chiesa di San Flaviano (Tavolero).

Il Progetto "Borghi"[modifica | modifica wikitesto]

Tavolero è uno dei tre paesi (insieme a Martese e a Serra) inseriti nel Progetto "Borghi", che è stato promosso dall'Amministrazione provinciale di Teramo con l'obiettivo del loro recupero a fini turistici.

Nel corso del progetto sono stati vagliati gli aspetti architettonici, ambientali e turistici di oltre cinquanta borghi compresi nell'entroterra della montagna teramana. I tre prescelti sono stati ritenuti i più interessanti e meritevoli di un rapido recupero e di promozione.

Il borgo di Tavolero

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ All'epoca dell'abolizione della Feudalità, la parte dello Stato temporale del Vescovato di Teramo, chiamata Stato di Bisegno, si trovò diviso in tredici Comuni o Università, tra i quali l'università di Rocca Santa Maria che raggruppava le seguenti sedici Ville: Canili di anime 31; Fustagnano di anime 25; Martisi (oggi Martese) di anime 62; Taudero (oggi Tavolero) di anime 16; Colle di anime 29; Ciarelli di anime 38; Paranisi (oggi Paranesi) di anime 34; Alvelli di anime 19; Luciano (oggi Licciano) di anime 32; Fiume di anime 50; Riano di anime 69; Tevere di anime 33; Cesa di anime 37; Castiglione di anime 6; Fioli di anime 150 e Forno di anime 150.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Luigi Ercole, Dizionario topografico alfabetico della provincia di Teramo, Berardo Carlucci e Compagni, Teramo, 1804, p. 109; e in ristampa dell'editore Arnaldo Forni, Bologna, 1984;
  • Paesi abbandonati: contributo al recupero del patrimonio edilizio dei Monti della Laga, a cura di Giovanni Di Marco, Lucio Di Blasio, Sabatino Fratini, Associazione Gandhi, EGI, Teramo, Edigrafital, 1991, pp. 132–137;
  • Tavolero e la chiesa di San Flaviano, in La valle dell'alto Vomano e dei Monti della Laga, Teramo, Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia di Teramo, 1991, (Documenti dell'Abruzzo teramano, serie 3, collana diretta da Luisa Franchi dell'Orto), vol. III-1, pp. 244, 272, 274, 286-293, 304 e vol. III-2, pp. 549–550;
Il borgo di Tavolero (al centro) e il territorio circostante.
Sullo sfondo la catena del Gran Sasso (a sinistra) e dei Monti della Laga (a destra)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Abruzzo Portale Abruzzo: accedi alle voci di Wikipedia che parlano dell'Abruzzo