Tôn Đức Thắng

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Tôn Đức Thắng
Tôn Đức Thắng.jpg

Presidente della Repubblica Socialista del Vietnam
Durata mandato 2 luglio 1976 –
30 marzo 1980
Predecessore Nguyễn Hữu Thọ
Successore Trường Chinh

Presidente della Repubblica Democratica del Vietnam
Durata mandato 3 settembre 1969 –
2 luglio 1976
Predecessore Ho Chi Minh
Successore carica abolita

Presidente dell'Assemblea nazionale della Repubblica Democratica del Vietnam
Durata mandato 20 settembre 1955 –
15 luglio 1960
Predecessore Bùi Bằng Đoàn
Successore Trường Chinh

Dati generali
Partito politico Partito Comunista del Vietnam

Tôn Đức Thắng[1] (Long Xuyen, 20 agosto 1888Hanoi, 30 marzo 1980) è stato un politico vietnamita.

Figlio di operai, organizzò con i marinai francesi la rivolta del Mar Nero nel 1919. Per la sua attività politica rivoluzionaria fu condannato dai francesi a 20 anni di esilio nell'isola di Pulo Condor, nel 1929.

Prese parte alle guerre di liberazione del proprio paese e ricoprì posti di direzione e di responsabilità. Nel 1960 fu eletto vicepresidente della Repubblica Democratica del Vietnam e, dopo la morte di Ho Chi Minh, nel 1969, ne fu eletto presidente.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze vietnamite[modifica | modifica wikitesto]

Ordine della Stella d'Oro - nastrino per uniforme ordinaria Ordine della Stella d'Oro
— 1958

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Premio Lenin per la Pace (URSS) - nastrino per uniforme ordinaria Premio Lenin per la Pace (URSS)
— Mosca, 1955

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nell'onomastica vietnamita il cognome precede il nome. "Tôn" è il cognome.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Presidente del Vietnam Successore Flag of Vietnam.svg
carica istituita 1976-1980 Nguyễn Hữu Thọ
Predecessore Presidente del Vietnam del Nord Successore Flag of North Vietnam (1945–1955).svg
Ho Chi Minh 1969-1976 carica abolita
Controllo di autoritàVIAF (EN10918244 · ISNI (EN0000 0000 8637 0141 · LCCN (ENn79027761 · GND (DE129201057 · BNF (FRcb123145115 (data) · J9U (ENHE987007311727105171 (topic) · WorldCat Identities (ENlccn-n79027761