Stephen Krashen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Stephen D. Krashen (Chicago, 14 maggio 1941) è un linguista e attivista statunitense.

È professore emerito all'Università della California meridionale[1]. Nel 1994 si è trasferito dal dipartimento di linguistica alla facoltà di "School Education.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Stephen Krashen ha ricevuto il dottorato in linguistica all'Università della California a Los Angeles nel 1972[1]. Krashen tra i suoi lavori (pubblicati o meno) e libri, più di 486 pubblicazioni, ha dato dei contributi signifativi negli ambiti dell'apprendimento della seconda lingua, dell'educazione bilingue e della lettura[2]. È conosciuto per aver introdotto varie ipotesi relative all'acquisizione di seconde lingue, tra cui l'ipotesi acquisizione-insegnamento, l'ipotesi dell'input, l'ipotesi monitor, il filtro affettivo e l'ipotesi dell'ordine naturale[3]. Più di recente, Krashen ha promosso l'uso della free voluntary reading (lettura libera volontaria) durante l'acquisizione di seconde lingue, che definisce "il più potente strumento che abbiamo nell'educazione delle lingue, prime e seconde"[4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Profile, su USC Rossier School of Education. URL consultato l'8 settembre 2021.
  2. ^ Wayback Machine (PDF), su web.archive.org, 25 maggio 2005. URL consultato l'8 settembre 2021 (archiviato dall'url originale il 25 maggio 2005).
  3. ^ Stephen Krashen, Explorations in Language Acquisition and Use, Portsmouth, Heimemann, 2003.
  4. ^ ESL MiniConference / September 2002 / Achievement Profile: Stephen Krashen, su www.eslminiconf.net. URL consultato l'8 settembre 2021.