Stazione di Barcellona-Sagrera TAV

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Stazione di Barcellona-Sagrera)
Barcellona-Sagrera TAV
Barcelona-Sagrera TAV
stazione ferroviaria
Stato Spagna Spagna
Localizzazione Barcellona
Coordinate 41°25′18″N 2°11′37″E / 41.421667°N 2.193611°E41.421667; 2.193611Coordinate: 41°25′18″N 2°11′37″E / 41.421667°N 2.193611°E41.421667; 2.193611
Stato attuale In costruzione
Linee AVE, Avant, Alaris, Arco, Estrella, Euromed, Talgo, Trenhotel
Tipo Stazione sotterranea
Interscambi R1 barcelona.svg R2 barcelona.svg R11 Rodalies de Catalunya.svg
Dintorni Autobus TMB Autobus interurbano e di lunga percorrenza
Mappa di localizzazione: Barcellona
Barcellona-Sagrera TAV
Barcellona-Sagrera TAV

La stazione di Barcellona-Sagrera o Sagrera-TAV diventerà la stazione ferroviaria più importante della Catalogna, seguita dalla Stazione di Barcellona Sants, sarà la principale stazione spagnola per i treni internazionali e la seconda per quelli nazionali. Sarà la porta di entrata e uscita di tutti i treni, in special modo dei treni ad alta velocità verso l'Europa. La stazione si trova nel quartiere di Sagrera, che fa parte del distretto di Sant Andreu, che ospita anche l'altro nodo di interscambio Barcellona-Sagrera Meridiana.

La stazione sorge sul luogo dove si trovava la stazione di Sagrera Mercaderies o Barcelona-Clot, costruita nel 1918.[1]

L'apertura della stazione era prevista per il 2012, ma visti i ritardi del primo trimestre 2008, la data di apertura è stata spostata in avanti. La stazione verrà inoltre collegata con un tunnel a quella di Sants (il tunnel è attualmente in costruzione), e verrà collegata così anche alla L.A.V. per la frontiera francese.

La stazione costituirà anche nodo di interscambio con le linee di metropolitana L9 e L10 e con un futuro prolungamento della linea L4.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (ES) Rafael Alcaide González, El ferrocarril como elemento estructurador de la morfología urbana: El caso de Barcelona 1848-1900, in Scripta Nova, IX, 194 (65), Università di Barcellona, 1 agosto 2005. URL consultato il 23 luglio 2010.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Trasporti Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Trasporti