Squacquerone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Squacquerone
Squacquerone
Origini
Luogo d'origine Italia Italia
Regione Emilia-Romagna
Zona di produzione Province di: Bologna, Ravenna, Forlì-Cesena, Rimini
Dettagli
Categoria formaggio
 

Lo squacquerone è un formaggio fresco e cremoso originario dell'Emilia-Romagna.
Lo squacquerone più famoso, e rinomato, è lo Squacquerone di Romagna che è un formaggio DOP dal 2012.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

L'etimologia, di origine romagnola, si riferisce alla consistenza che si "squaglia" per l'elevata presenza di acqua[1].

Si tratta di un formaggio vaccino, a latte intero, a brevissima maturazione e perciò simile alla crescenza, sebbene la pasta (di colore bianco) sia meno consistente per l'elevato tenore di acqua. Non ha né crosta né pelle, ed è spalmabile. Lo squacquerone è un formaggio di latte pastorizzato, a pasta cruda, estremamente molle. Il colore è bianco avorio e le note gustative sono tipicamente lattiche, con sapore dolce-acido.

È uno dei prodotti "per eccellenza" con cui viene farcita la piadina, altro prodotto tipico delle terre romagnole.

Lo squacquerone, senza altre specificazioni, è un formaggio generico che quindi può essere prodotto ovunque, a differenza del blasonato squacquerone di Romagna che, essendo un formaggio DOP, può essere ottenuto solo nella zona designata nel rispetto del relativo disciplinare.

Preparazione[modifica | modifica wikitesto]

Lo squacquerone si produce come la crescenza ovvero:

  • aggiunta caglio (previa addizione di fermenti per l'acidificazione) al latte a temperatura di 38-40 °C;
  • ottenimento della cagliata e maturazione sotto siero per circa 90 minuti;
  • nessuna cottura della pasta (come tutti i formaggi freschi e a rapida maturazione);
  • rottura grossolana della cagliata;
  • ulteriore espulsione del siero dalla cagliata tagliata e riposo;
  • messa in stampo, breve stafutura e salatura, in tempi stretti (meno di 8 ore in tutto);
  • maturazione per 4 giorni in ambiente refrigerato e con alta umidità, e consumo pressoché immediato.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://www.treccani.it/vocabolario/squacquerone/ Treccani.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


Formaggi italiani
Formaggi della Campania
Formaggi della Lombardia
Formaggi del Piemonte