Chiesa di San Martino in Santa Maria della Scala

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ex chiesa di San Martino in Santa Maria della Scala
Complesso di san martino alla scala 01.JPG
L'ex chiesa di Santa Maria della Scala, si notano i resti del loggiato
StatoItalia Italia
RegioneToscana
LocalitàFirenze
ReligioneCristiana cattolica di rito romano
TitolareMartino di Tours
Arcidiocesi Firenze
Inizio costruzioneXIV secolo
CompletamentoXVII secolo

Coordinate: 43°46′33.4″N 11°14′41.11″E / 43.775944°N 11.244753°E43.775944; 11.244753

La ex-chiesa di San Martino in Santa Maria della Scala si trova in via della Scala 79 a Firenze.

Storia e descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Era annessa allo Spedale della Scala (che ha dato il nome alla strada), fondato nel 1313 dai Pollini e dipendente dall'Ospedale di Santa Maria della Scala di Siena, che accoglieva infermi e bambini abbandonati.

La chiesa era dotata di un portico del XIV secolo, con colonne parzialmente ancora visibili insieme ai resti della "pila" ove venivano lasciati i "gittatelli", i bambini abbandonati. Nel 1481 Sandro Botticelli dipinse per lo Spedale un'Annunciazione ad affresco, ora staccata e conservata agli Uffizi. Altri affreschi tardo-trecenteschi con Storie di san Bernardo degli Uberti vennero staccati e collocati nella villa di Vincigliata, a Fiesole.

Nel 1531 il complesso ospedaliero fu trasferito agli Innocenti, mentre la chiesa e il convento furono ristrutturati nel Seicento dalle camaldolesi e divenne il convento di San Martino al Mugnone. Soppresso nel 1808 e nel 1866, l'edificio divenne nel 1873 Casa di Correzione per minorenni ed ora è sede dell'Istituto Penale per Minori Gian Paolo Meucci.

Il complesso conserva i chiostri originari e i resti della chiesa, con stucchi del Portogalli del 1698.

Stemmi dello Spedale della Scala

Opere già in San Martino alla Scala[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Guida d'Italia, Firenze e provincia ("Guida Rossa"), Edizioni Touring Club Italiano, Milano 2007.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]