Oronzo Albanese: differenze tra le versioni

Jump to navigation Jump to search
meglio
(+ fonte)
(meglio)
Esperto di canonico e civile (U. J. Doct.), fu un sacerdote democratico ed uomo di grande cultura, attingendo alle idee dell’Illuminismo ed entrando in contatto con [[Francesco Mario Pagano|Mario Pagano]] e [[Domenico Cirillo]].
 
Partecipò ai [[Repubblica Napoletana (1799)|moti giacobini]] del 1799, costituendo una guardia civica ed innalzando l’albero della libertà a Tolve. Nel [[Vulture-Melfese|Vulture]] il moto, di cui Albanese fu uno dei principali protagonisti, assunse anche confuse connotazioni di riscatto sociale e a Tolve i "lavoratori precari e forestieri" costituivano il 16% della popolazione<ref>{{Cita libro|titolo=Patrioti e insorgenti in provincia: il 1799 in terra di Bari e Basilicata atti del Convegno di Altamura-Matera : 14-16 ottobre 1999|url=https://www.google.it/books/edition/Patrioti_e_insorgenti_in_provincia_il_17/5dijVRMUFJsC?hl=it&gbpv=1&dq=oronzo+albanese&pg=PA445&printsec=frontcover|accesso=14p gennaio 2022|p=445}}</ref>
 
Fu catturato dai sanfedisti e incarcerato a [[Matera]], condannato a morte il 30 dicembre 1799; sul patibolo, rifiutò i sacramenti.
 
* {{Cita libro|autore=Nicola Montesanto|titolo=Se non fosse per quel santo - Tolve, la storia, il prete, il patrono|pp=137 e seguenti|ISBN=978-88-96171-37-0}}
* {{Cita libro|titolo=Patrioti e insorgenti in provincia: il 1799 in terra di Bari e Basilicata atti del Convegno di Altamura-Matera : 14-16 ottobre 1999|url=https://www.google.it/books/edition/Patrioti_e_insorgenti_in_provincia_il_17/5dijVRMUFJsC?hl=it&gbpv=1&dq=oronzo+albanese&pg=PA445&printsec=frontcover|accesso=20 gennaio 2022|cid=Patrioti}}

Menu di navigazione