South Florida

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

South Florida (Sud della Florida) è una regione geografica dello Stato della Florida che comprende la parte più a sud dello Stato. È una delle tre regioni "popolari", le altre sono la Central Florida (Florida centrale) e il North Florida (Florida del nord). Include la popolosa area metropolitana di Miami, il Florida Keys e altre località. Il South Florida è l'unica regione degli Stati Uniti ad avere un clima tropicale.

Regione[modifica | modifica wikitesto]

Come in tutte le regioni vernacolari, il South Florida non ha confini ufficiali o uno Stato e viene definito in modo diverso da diverse fonti. Un'indagine del 2007 sulle regioni della Florida tenuto da Ary Lamme e Raymond K. Oldakowski ha constatato che i cittadini della Florida intervistati hanno identificato il "South Florida" come la regione comprendente le aree più a sud della penisola della Florida. Quest'area include l'area metropolitana di Miami (generalmente definita dalle contee di Miami-Dade, Broward e Palm Beach), le Florida Keys e le regioni interne conosciute come il Glades. Inoltre, il Southwest Florida (Sud-ovest della Florida), rappresentante lo Stato meridionale del Gulf Coast, è emerso come una popolare regione vernacolare. Alcuni abitanti del nord-ovest e all'area meridionale di Tampa Bay identificano le loro regioni come facenti parte del South Florida piuttosto che del Southwest o del Central Florida.[1]

Enterprise Florida, l'agenzia per lo sviluppo economico statale, identifica il "Southeast Florida" (Sud-est della Florida) come una delle otto regioni economiche occupate dall'agenzia e altre entità statali e non, incluso il Dipartimento dei Trasporti. Alcune entità alternativamente denominano questa regione "South Florida".[2] La definizione include una vasta area del territorio delimitato dell'indagine di Lamme e Oldakowski (eccetto il Gulf Coast e gran parte delle regioni interne del Glades) e altre aree. L'area dovrebbe comprendere la Monroe County (le Keys) e le tre città metropolitane di Miami-Dade, Broward e Palm Beach, più le tre contee "Treasure Coast" di Indian River, St. Lucie e Martin al nord.[3]

Demografia[modifica | modifica wikitesto]

La demografia dei residenti del South Florida può essere rappresentata come segue:

Popolazione % Luogo di nascita[4]
32,2% Stato della Florida
33,0% Altrove negli U.S.
34,8% Fuori dagli U.S.

Più dell'87, 2% di tutti i residenti stranieri del South Florida provengono dall'America Latina.

Città[modifica | modifica wikitesto]

Le più grandi città del South Florida per numero di abitanti:

Città popolazione

2010[5]

popolazione

2000

Contea
Miami 399,457 362,470 Miami-Dade
Hialeah 224,669 226,419 Miami-Dade
Ft. Lauderdale 165,521 152,397 Broward
Port St. Lucie 164,603 88.769 St. Lucie
Pembroke Pines 154,750 137,427 Broward
Cape Coral 154,305 102,286 Lee
Hollywood 140,768 139,368 Broward
Miramar 122,041 72.739 Broward
Coral Springs 121,096 117,549 Broward
Miami Gardens 107,167 0 Miami-Dade
West Palm Beach 99.919 82.103 Palm Beach
Pompano Beach 99.845 78.191 Broward
Davie 91.992 75.720 Broward
Miami Beach 87.779 87.933 Miami-Dade
Plantation 84.955 82.934 Broward
Sunrise 84.439 85.787 Broward
Boca Raton 84.392 74.764 Palm Beach
Deerfield Beach 75.018 64.585 Broward
Boynton Beach 68.217 60.389 Palm Beach
Lauderhill 66.887 57.585 Broward
Weston 65.333 49.286 Broward
Ft. Myers 62.298 48.208 Lee
Delray Beach 60.522 60.020 Palm Beach
Homestead 60.512 31.909 Miami-Dade
Tamarac 60.427 55.588 Broward
North Miami 58.786 59.880 Miami-Dade
North Port 57.357 22.797 Sarasota
Wellington 56.508 38.216 Palm Beach
Jupiter 55.156 39.328 Palm Beach
Margate 53.284 53.909 Broward
Coconut Creek 52.909 43.566 Broward
Sarasota 51.917 52.715 Sarasota

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

L'accento di Miami[modifica | modifica wikitesto]

L'accento di Miami è un accento regionale del dialetto dell'inglese americano parlato nel South Florida, in particolar modo nelle contee di Miami-Dade, Broward, Palm Beach e Monroe. Nacque nella Miami centrale ma negli ultimi decenni si è espanso in gran parte del South Florida. L'accento è oggi il più diffuso tra i più giovani e tra i nativi del Sud.[6][7][8]

Politica[modifica | modifica wikitesto]

Lamme e Oldakowski identificano diversi elementi demografici, politici e culturali che caratterizzano il South Florida e lo distinguono dalle altre regioni dello Stato. Molte di queste differenze sembrano essere dovute al suo proporzionalmente alto livello di immigrazione dal nord degli Stati Uniti, dai Caraibi e dall'America Latina in modo particolare nell'area densamente popolata di Miami.[9] Politicamente parlando, il South Florida è più liberale del resto dello Stato. Mentre meno del 10% delle persone sia del nord che del Central Florida hanno ritenuto che la loro regione fosse liberale, più di un terzo dei cittadini del sud hanno descritto la loro regione come tale.[10] Il 38% ha definito la regione conservatrice; il 26% come moderata. Questo è in linea con la demografia del South Florida. Le scoperte di Lamme e Oldakowski vanno nella stessa direzione della ricerca di Barney Warf e Cynthia Waddell sulla geografia politica della Florida durante le elezioni presidenziali del 2000.[11] L'economia nel South Florida è molto simile a quella del Central Florida. Paragonata con la più diversificata economia nel North Florida, il turismo è di gran lunga il più importante settore del sud e del Central Florida, con un più piccolo seppur vivace settore agricolo.[12]

Cucina[modifica | modifica wikitesto]

Il sondaggio di Lamme e Oldakowski ha anche riscontrato alcuni indicatori culturali che distinguono il South Florida. Si tratta dell'unica regione dello Stato dove i cibi etnici sono tanto popolari quanto la cucina statunitense tradizionale.[13] Inoltre, mentre c'è stata poca variante geografica per la maggior parte degli stili musicali, c'è stata variazione regionale sia per la musica country che per la musica latina. Il country era significativamente meno popolare nel South Florida che nel nord o nel Central Florida, mentre la musica latina era più popolare che nelle altre regioni.

Pianificazione urbana[modifica | modifica wikitesto]

Il centro Anthony J. Catanese per le soluzioni urbane e ambientali presso la Florida Atlantic University registra un insolito schema di crescita del South Florida. A differenza di molte altre regioni con città centralizzate circondate dallo sviluppo, nella maggior parte del South Florida è preservata sia l'area naturale che le riserve destinate all'agricoltura, con uno sviluppo ristretto a una striscia stretta e densa lungo la costa. L'area sviluppata è altamente urbanizzata e sempre più di continuo decentralizzata, priva di centri cittadini particolarmente dominanti. Il centro A. J. Catanese per le soluzioni urbane e ambientali prevede che questo modello continui ad essere utilizzato per il futuro.[14]

Proposta di suddivisione[modifica | modifica wikitesto]

La partizione della Florida proposta dalla Risoluzione nº 203-14-1429 dal Sindaco e dalla commissione cittadina della città di South Miami.

Nel corso del tempo ci sono state numerose proposte per la partizione dello Stato della Florida al fine di formare uno Stato separato del South Florida. Tali proposte sono state fatte per lo più come affermazioni politiche piuttosto che come dei seri tentativi di secessione. Le ragioni dichiarate spesso sono culturali, etniche, economiche e a queste si aggiungono le frustrazioni finanziarie contro il governo dello Stato a Tallahassee, che si trova nel North Florida.[15]

Nel 2008, la commissione cittadina di North Lauderdale ha approvato una risoluzione per la proclamazione del nuovo Stato del South Florida comprendente le contee di Palm Beach, Broward, Miami-Dade e Monroe.[16]

Nel 2014, la città di South Miami ha approvato una risoluzione a favore della suddivisione dello Stato in due stati, con un confine a nord tracciato per includere le contee di Brevard, Orange, Polk, Hillsborough e Pinellas (grosso modo le regioni di Tampa Bay e di Orlando). In totale lo Stato di South Florida proposto avrebbe dovuto includere 24 contee.[17][18][19]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]