Sormani (famiglia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sormani
StatoFlag of Milan.svg Ducato di Milano
TitoliConti di Missaglia (1656)
Patrizi milanesi
Conti (1776)
Patrizi di Reggio Emilia
Data di fondazioneXII secolo
Etniaitaliana
Rami cadettiSormani Andreani Verri
Sormani Moretti

I Sormani furono una nobile famiglia di Milano.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La famiglia Sormani traccia le proprie origini al borgo di Sormano, in Valassina, ma le prime notizie certe relative ad un membro della famiglia si richiamano a Ottone de Solmanno, figlio di Anselmo, il quale fu combattente nelle lotte tra l'impero ed il comune di Milano, parteggiando per Federico Barbarossa. Per questa sua scelta politica, egli perse i propri beni che vennero confiscati dal comune milanese.

Un suo discendente, Albertino (viv. 1395), era una delle personalità più ricche di Milano al punto che fu elencato tra i centoventi milanesi a cui Gian Galeazzo Visconti impose un prestito di 19.000 ducati d'oro a favore dello stato. Tra XV e XVI secolo, la famiglia venne contraddistinta da figure di notai e uomini di legge. Taddeo, figlio di Martino, fu decurione di Milano nel 1470, e fu il primo a costruire a Milano un pregevole palazzo per la sua famiglia. Sua moglie Margherita, figlia di Cristoforo Brugora, farmacista ducale, fu madre di Ludovico che sposò Livia Landriani e di Paolo Francesco che fu invece cavaliere dell'Ordine di Santo Stefano. Altro figlio fu Andrea che fu il fondatore della chiesa di Santa Maria degli Angeli a Milano dove fece erigere una cappella gentilizia per la famiglia che venne regolarmente utilizzata per le sepolture dei membri della famiglia sino alla fine del XVIII secolo.

Andrea ebbe un figlio, Giovanni Paolo, che fu banchiere e che sposò Alba Trivulzio, figlia del conte Giovanni Fermo, e fu padre a sua volta di Antonio (1580-1610), padre di Paolo Giuseppe (1604-1671). Quest'ultimo fu noto militare della sua epoca e combatté a Lecco (1635) alla testa di 4000 soldati dove fronteggiò il duca di Rohan e per questo motivo venne creato maestro di campo generale da Filippo IV di Spagna; poco dopo ottenne il titolo di conte di Missaglia (feudo acquistato nel 1648), trasmissibile ai suoi eredi (1656). Questi sposò in prime nozze Marina Giussani, da cui ebbe Francesco e poi Margherita Porta da cui ebbe Antonio (1657-1730). Quest'ultimo fu uno dei personaggi più noti dell'intera casata dal momento che fu ministro plenipotenziario di Carlo III di Spagna alla corte di Londra e poi governatore della regione della Tarragona, nonché noto militare in diverse campagne in Ungheria, Germania, Spagna, Portogallo e Italia, venendo infine nominato maresciallo di campo generale. Negli ultimi anni della sua vita venne nominato governatore di Pavia dove morì. Suo fratello maggiore Francesco (1646-1726), fu invece uno dei 60 decurioni di Milano e fu membro del Consiglio Segreto di Carlo II di Spagna (1689), nonché ambasciatore milanese presso la corte papale di Innocenzo XII (1699) e governatore del Banco di Sant'Ambrogio (1700). Sposò Giulia Calderari di Bartolomeo e ne i ebbe tre figli maschi che proseguirono la casata in tre rami distinti: Paolo, Lorenzo e Antonio.

Il ramo primogenito continuò con Paolo dal quale nacque Antonio, il quale il 30 gennaio 1755 si sposò con Maria Spinola. Suo figlio Cesare (n. 1756), sposò Fulvia Giussani ed ebbe Carlo (n. 1799). Quest'ultimo sposò Teresa Silva e dalla coppia venne alla luce Antonio (n. 1841), il quale sposò in prime nozze Celestina Maineri e in seconde nozze Pierina Rougier.

Sormani Andreani Verri[modifica | modifica wikitesto]

Da Antonio, figlio terzogenito del conte Francesco, si originò il ramo che prese i cognomi di Sormani Andreani Verri. Un suo discendente, Alessandro (n.1815), sposò Carolina Verri, ultima discendente della sua casata in quanto figlia ed erede del conte Gabriele. I Sormani ottennero quindi di ereditari i titoli e le armi dei Verri.

Sormani Moretti[modifica | modifica wikitesto]

È questo un ramo della famiglia milanese dei Sormani trasferitosi nel XVIII secolo in Reggio Emilia. Di questo ramo, Francesco e Carlo ospitarono nella loro casa le principesse Benedetta, Amalia e Beatrice d'Este durante la fiera di maggio dell'anno 1776 e si guadagnarono notevoli benemerenze presso Francesco III d'Este, motivo per cui vennero creati al titolo di conti. Da loro discese il senatore Luigi Sormani Moretti.

Albero genealogico[modifica | modifica wikitesto]

 Paolo Giuseppe, I conte di Missaglia
*16041671
1.Marina Giussani
2.Margherita Della Porta
 
   
 1.Francesco, II conte di Missaglia
*16451726
Giulia Calderari
2.Cristina Maria
*16551739
Giovanni Francesco Messerati, III conte di Lodi Vecchio
2.Antonio
*16571730
senza eredi
 
   
Maria
1730
Giacomo Ferreri, I marchese di Pombia
Paolo Alessandro, III conte di Missaglia
*16831761
Maria Girolama Poggi
 Antonio
*16891763
Francesca Bonenzio
  
      
 Francesco
*17201756
Giuseppa Visconti

senza eredi
Antonio Valeriano, IV conte di Missaglia
*17221772
Maria Spinola
Cecilia
*17331763
Pietro Paolo Andreani, I conte della Lombardia
Alessandro
*17401825
senza eredi
Lorenzo
*17411821
Marianna Crevenna
Cristina
1795
Carlo Camillo Carcano, II marchese di Anzano
  
     
 Cesare, V conte di Missaglia
*17631850
Fulvia Giussani
Daria
*17671836
Pietro Castelletti
 Francesca
*17701854
1.Giuseppe Messerati, V conte di Lodi Vecchio
2.Francesco Peregalli, conte
SORMANI ANDREANI
Giuseppe
*17711840
Gabriella Signoris di Buronzo Bussetti
Alessandro
*17741836
senza eredi
  
     
 Carlo, VI conte di Missaglia
*17991873
Teresa Silva
 Sofia
*18131867
Francesco Pertusati, V conte di Castelferro
Emilia
*18141831
Alessandro
*18151880
Carolina Verri

SORMANI ANDREANI VERRI
Lorenzo
*18161884
Teresa Carminati di Brambilla

senza eredi
  
     
 Antonio, VII conte di Missaglia
*18411900
1.Celestina Maineri
2.Pierina Rougier

senza eredi
 Giustina
*18411878
Alessandro Greppi
Lorenzo, VIII conte di Missaglia
*18431913
senza eredi
Sofia
*18471932
Luigi Fàa di Bruno, marchese di Bruno
Pietro, IX conte di Missaglia
*18491934
Luigia Busca Arconati Visconti
 
   
 Clementina
*18751945
Lorenzo de Laugier, barone
Giustina
*18791966
Vitaliano Crivelli, IX marchese di Agliate
Alessandro, X conte di Missaglia
*18821944
Augusta Vanotti
 
  
 Antonio, XI conte di Missaglia
*19091954
Valeria Comelli
Carla
*1910 †?
Alfonso Marietti
 
 
 Maria Luisa
*? †?
Gian Luca Castelbarco Albani Visconti Simonetta

Note[modifica | modifica wikitesto]


Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Storia di famiglia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di storia di famiglia