Solfuro di allile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Solfuro di allile
Solfuro di allile
Nome IUPAC
Solfuro di allile
Abbreviazioni
DAS
Nomi alternativi
Solfuro di diallile
2-propenil solfuro
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolareC6H10S
Massa molecolare (u)114,21
AspettoLiquido incolore
Numero CAS592-88-1
Numero EINECS209-775-1
PubChem11617
SMILES
C=CCSCC=C
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.)0,887
Solubilità in acquaInsolubile
Temperatura di fusione−83 °C (190,15 K)
Temperatura di ebollizione138 °C (411,15 K)
Indicazioni di sicurezza
Punto di fiamma46,11 °C (319,26 K)
Simboli di rischio chimico
facilmente infiammabile irritante
attenzione
Frasi H226 - 315 - 319 - 335
Consigli P261 - 305+351+338 [1]

Il solfuro di allile è un tioetere che si ritrova nell'aroma di alcune piante del genere Allium (aglio, cipolla, porro, erba cipollina e scalogno), genere che dà il nome alla seconda parte del nome dell'aroma (allile). Possiede formula molecolare C6H10S ed è un liquido infiammabile dalla caratteristica puzza di aglio.

Il disolfuro di diallile, il trisolfuro di diallile, il tetrasolfuro di diallile, alliina e allicina sono altri composti che rientrano nella composizione delle sostanze che danno il forte e penetrante aroma alle bulbose precedentemente citate.

Derivati naturali da ossidazione e trasformazione enzimatica di questi composti possiedono potere battericida. L'uso dell'aglio e della cipolla è ritenuto da alcuni utile contro certe forme d'influenza, faringite, faringo-tracheite, laringo-tracheite ed afonia da malattie da raffreddamento.

L'aroma produce composti acidi solforati che sono la causa della lacrimazione dopo lo sbucciamento delle cipolle.

Ingerito tramite il consumo di alimenti quali aglio o cipolle, i solfuri di allile vengono lentamente eliminati dall'organismo attraverso l'espirazione, sotto forma di allil- e metil- mercaptani, da cui il caratteristico alito pesante, la diuresi e la sudorazione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 23.12.2011
Chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia