Skoczów

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Skoczów
comune
Skoczów – Stemma
Skoczów – Veduta
Localizzazione
Stato Polonia Polonia
Voivodato POL województwo śląskie COA.svg Slesia
Distretto POL powiat cieszyński COA.svg Cieszyn
Amministrazione
Sindaco Mirosław Sitko
Territorio
Coordinate 49°48′12″N 18°47′23″E / 49.803333°N 18.789722°E49.803333; 18.789722 (Skoczów)Coordinate: 49°48′12″N 18°47′23″E / 49.803333°N 18.789722°E49.803333; 18.789722 (Skoczów)
Superficie 63,27 km²
Abitanti 25 518 (2004)
Densità 403,32 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 43-430
Prefisso (+48) 33
Fuso orario UTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Polonia
Skoczów
Skoczów
Sito istituzionale

Skoczów è un comune urbano-rurale polacco del distretto di Cieszyn, nel voivodato della Slesia.
Ricopre una superficie di 63,27 km² e nel 2004 contava 25.518 abitanti.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

È situata nel voivodato della Slesia dal 1999, mentre dal 1975 al 1998 ha fatto parte del voivodato di Bielsko-Biala, in seguito sciolto.

È situata nella regione storico di Slesia di Cieszyn.

La collina che domina la città (Górka Wilamowicka) è occupata da una cappella e una grande croce. Papa Giovanni Paolo II visitò Skoczów nel 1995 e celebrò una messa sulla collina, durante la quale canonizzò Giovanni Sarkander.

Storia della città[modifica | modifica wikitesto]

Il nome della città Skoczów è stato usato per la prima volta nel 1327, come Oppidum Scocoviense e poi sulla cartina di Abraham Ortelius nel 1603.

Manifestazioni[modifica | modifica wikitesto]

Il mercato cittadino si tiene il giovedì, vicino al fiume Vistola.

Persone legate a Skoczów[modifica | modifica wikitesto]

San Giovanni Sarkander, martirizzato nel 1620, nacque a Skoczów.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN143237062
Polonia Portale Polonia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Polonia