Sistema di posizionamento satellitare regionale indiano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il sistema di posizionamento satellitare regionale indiano (in sigla IRNSS da Indian Regional Navigational Satellite System), chiamato anche con il nome commerciale di NAVIC ("marinaio" in sanscrito e hindi e acronimo di NAVigation with Indian Constellation), è un sistema di posizionamento satellitare regionale autonomo sviluppato dall'Indian Space Research Organisation per il governo indiano. La necessità di un tale sistema di posizionamento è data dal fatto che l'accesso al Global Positioning System statunitense non è garantito in situazioni ostili.

Il completamento è avvenuto nel 2016, con la messa in orbita di tutti i sette satelliti previsti. La bassa latitudine dell'India consente la copertura del paese usando solo satelliti con bassa inclinazione orbitale.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il governo approvò il progetto nel maggio 2006 con l'ambiziosa intenzione di realizzarlo in sei o sette mesi. Il 28 maggio 2013 è stato inaugurato il centro di controllo nel distretto di Ramanagara e nello stesso anno è stato lanciato il primo satellite della costellazione, IRNSS-1A, sviluppato ad un costo di 16 miliardi di rupie (circa 250 milioni di euro).[1]

Il costo totale del progetto è di circa 1420 crore di rupie indiane (circa 190 milioni di euro[2]). L'obiettivo dichiarato è un completo controllo del sistema da parte dell'India, con il segmento spaziale, il segmento di terra ed i ricevitori degli utenti sviluppati e costruiti in India.

La rottura di tutti e tre gli orologi atomici del primo satellite, IRNSS-1A, avvenuta tra il 2016 e il 2017, ha portato alla sua dismissione nel 2017. L'ISRO ha pianificato di rimpiazzarlo con un nuovo satellite, IRNSS-1H, il cui lancio nell'agosto 2017 è però fallito, portando alla perdita del satellite stesso.[3]

Cronologia dei lanci[modifica | modifica wikitesto]

Satellite Data Luogo Lanciatore Orbita Stato del satellite
IRNSS-1A 1º luglio 2013 Satish Dhawan PSLV-XL Geosincrona Non funzionante dal 2017 per la rottura di tutti e 3 gli orologi atomici a bordo[4]
IRNSS-1B 4 aprile 2014 Satish Dhawan PSLV-XL Geosincrona Operativo
IRNSS-1C 15 ottobre 2014 Satish Dhawan PSLV-XL Geostazionaria a 83° E Operativo
IRNSS-1D 28 marzo 2015 Satish Dhawan PSLV-XL Geosincrona Operativo
IRNSS-1E 20 gennaio 2016 Satish Dhawan PSLV-XL Geosincrona Operativo
IRNSS-1F 10 marzo 2016 Satish Dhawan PSLV-XL Geostazionaria a 32,5° E Operativo
IRNSS-1G 28 aprile 2016 Satish Dhawan PSLV-XL Geostazionaria a 129,5° E Operativo
IRNSS-1H 31 agosto 2017 Satish Dhawan PSLV-XL Lancio fallito[5]
IRNSS-1I 12 aprile 2018 Satish Dhawan PSLV-XL Geosincrona Operativo

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La copertura prevista per il sistema IRNSS quando sarà completato. La zona più scura indica l'area di servizio primaria, dove si otterrà la massima precisione, mentre la zona più chiara indica l'area di servizio estesa, dove la precisione sarà meno accurata.

Il sistema consiste in una costellazione di sette satelliti ed un supporto terrestre. Tre dei satelliti sono posizionati in orbita geostazionaria a 32,5° E, 83° E e 131,5° E rispettivamente, ed i quattro rimanenti in orbita geosincrona inclinata di 29° rispetto al piano dell'equatore. Una tale sistemazione permette a tutti e sette i satelliti di essere sempre visibili dalle stazioni di controllo indiane. I satelliti sono equipaggiati con orologi atomici ed apparecchi elettronici per generare i segnali di navigazione. I segnali di navigazione stessi sono trasmessi in banda S (2-4 GHz) da un'antenna progettata per mantenere sempre forte la copertura e la potenza del segnale. I satelliti pesano circa 1.330 kg ed i loro pannelli solari produrranno 1.400 W di energia elettrica.

Il sistema fornisce la posizione con un'accuratezza di meno di 20 metri in India e a circa 1.500 km intorno ad essa.

Il segmento terrestre dell'IRNSS consiste in un centro di controllo principale (MCC, Master Control Center), nelle stazioni di terra per tracciare e calcolare le orbite dei satelliti e garantire l'integrità della rete (IRIM) ed in altre stazioni terrestri per monitorare le condizioni dei satelliti con la possibilità di emettere comandi radio per i satelliti (stazioni TT&C). Il MCC determina la posizione di tutti i satelliti IRNSS, calcola l'integrità, effettua le necessarie correzioni della ionosfera e degli orologi e fa funzionare il software di navigazione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]