Sirhan Sirhan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sirhan Bishara Sirhan

Sirhan Bishara Sirhan (in arabo: سرحان بشارة سرحان‎); Gerusalemme, 19 marzo 1944) è un criminale statunitense di origine giordana. È stato dichiarato colpevole dell'assassinio del senatore Robert F. Kennedy, a cui ha sparato poco dopo la mezzanotte del 5 giugno 1968 a Los Angeles.

Inizialmente condannato a morte, nel 1972 la pena gli fu commutata in ergastolo, dopo l'abolizione della pena capitale da parte della California.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

L'assassinio di Robert Kennedy[modifica | modifica wikitesto]

La tomba di RFK al cimitero nazionale di Arlington

Sirhan sparò otto colpi di calibro 22, visto da svariate persone, dalla dispensa della cucina dell'Ambassador Hotel di Los Angeles, dopo che il senatore aveva appena finito di parlare ai propri sostenitori nel salone principale dell'hotel, colpendolo presumibilmente tre volte, mentre una quarta pallottola sfiorò la giacca del senatore.

Motivazioni addotte da Sirhan Sirhan[modifica | modifica wikitesto]

Sirhan Sirhan dichiarò che il motivo delle sue azioni era il conflitto in Vicino Oriente.[1] Dopo il suo arresto, Sirhan disse, "Posso spiegarvelo. L'ho fatto per il mio paese".[1] Sirhan si era sentito tradito dal sostegno di Kennedy a Israele nella guerra del Giugno 1967[2]. La guerra era cominciata un anno e un giorno prima dell'attentato. L'uccisione avvenne quindi praticamente nell'anniversario dell'inizio della guerra dei sei giorni.

Durante una ricerca nell'appartamento di Sirhan, avvenuta dopo il suo arresto, fu trovato un quaderno legato con una spirale contenente un diario giornaliero che registrava come la sua ira si fosse gradualmente fissata su Robert Kennedy, che aveva promesso di inviare 50 aerei da combattimento a Israele se fosse stato eletto presidente. Nella pagina del diario di Sirhan del 18 maggio 1968, si legge: "La mia determinazione di eliminare R.F.K. sta diventando sempre di più una ossessione che non posso allontanare... Kennedy deve morire prima del 5 di giugno".[1][3] Trovarono altri quaderni e parti del diario che contenevano il suo crescente astio verso i sionisti, particolarmente verso Kennedy; i suoi diari contenevano anche scritte senza senso, ripetitive, che si pensa siano la sua versione della "scrittura libera".

Il giorno dopo, il 6 giugno, il Los Angeles Times pubblicò un articolo, che discuteva le motivazioni di Sirhan, confermato da ciò che Sirhan scriveva a sé stesso. Jerry Cohen, redattore dell'articolo, dichiarò[4]

«Quando il nazionalista giordano Sirhan Bishara Sirhan avrebbe sparato a Robert Kennedy, presumibilmente perché questi era a favore di un sostegno U.S.A. a Israele, il crimine imputatogli è stato in sostanza l'ennesima manifestazione dell'odio plurisecolare tra arabi ed ebrei.»

All'analisi del giornalista si contrappose quella di M.T. Mehdi, allora Segretario generale dell'Action Committee on American-Arab Relations, che sostenne che Sirhan aveva agito in uno stato di giustificabile auto-difesa, affermando che "Sirhan difendeva se stesso da quei 50 jet Phantom che Kennedy aveva inviato a Israele". Mehdi scrisse un libretto di 100 pagine sull'argomento, dal titolo Kennedy and Sirhan: Why?.[5]

Più tardi, in prigione, Sirhan sostenne che il suo movente era la rabbia, alimentata da alcolici. Un'intervista con Sirhan del 1980 rivelò nuovi elementi quali una combinazione di alcol e furore per l'anniversario della guerra arabo-israeliana del 1967 che avrebbero condizionato i suoi atti nella notte dell'assassinio di Robert Francis Kennedy. "Dovete ricordare le circostanze di quella notte, 5 giugno. Ciò fu quello che mi provocò", disse Sirhan, in una registrazione d'una intervista con Mehdi, allora Presidente della branca newyorkese dell'American-Arab Relations Committee.[6]

Il 30 giugno del 2003 Lawrence Teeter, in un tentativo di garantire a Sirhan un nuovo processo, affermò che Sirhan era stato ipnotizzato per sparare a Bob Kennedy, che egli non avrebbe potuto colpire il senatore da dove si trovava e che una serie di misure illegali e persecutorie contro i suoi avvocati erano state messe in atto per impedir loro di far emergere la verità. L'istanza fu respinta.[7][8]

Condanna e incarcerazione[modifica | modifica wikitesto]

Il 17 aprile 1969 Sihran fu condannato alla camera a gas, ma tre anni dopo la pena fu commutata in ergastolo. Nel 1971 Sirhan fu rinchiuso nel carcere di San Quintino.[9] Fu poi trasferito nel carcere Californiano di Soledad, ove rimase confinato fino al 1992.[10][11] Dal 1992 al 2009 fu recluso nella prigione di stato californiana a Corcoran.[10] Nell'ottobre 2009, per evidenti motivi riguardanti la sua sicurezza, fu trasferito nella prigione di Pleasant Valley, a Coalinga, sempre in California.[12] Successivamente fu nuovamente trasferito a Corcoran. Di qui, il 2 novembre 2013, fu trasferito nella Richard J. Donovan Correctional Facility, vicino a San Diego. Quest'ultimo trasferimento ebbe luogo nel 50esimo anniversario dell'assassinio del Presidente J.F. Kennedy, ma un portavoce del Dipartimento carcerario della California disse che il trasferimento "…era un fatto di routinario alternarsi delle carcerazioni" e che la data era "una semplice coincidenza".[13]

Nel corso degli anni Sihran chiese per ben 15 volte la libertà condizionata, che gli fu sempre negata. La prossima richiesta al tribunale competente potrà essere inoltrata nel 2021.

Teorie del complotto[modifica | modifica wikitesto]

Come nel caso di molti altri omicidi di grande impatto mediatico, l'omicidio di Robert Kennedy generò varie ipotesi complottiste. L'asserita distruzione di migliaia di foto e reperti contribuì alla sua generazione, così come la registrazione audio di un reporter polacco analizzata successivamente con tecnologie forensi più moderne che avrebbe rivelato il reale numero di colpi sparati nell'agguato, ammontanti a tredici e non a otto,[14] ossia il numero di colpi contenuti nel revolver di Sirhan, un modello economico, inaffidabile e spesso impreciso. Nella registrazione inoltre sarebbero individuati due colpi sparati a 120ms l'uno dall'altro, tempo impossibile col revolver di Sirhan (la cui velocità massima fra un colpo e l'altro sarebbe di 360ms).[15]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Paul Kujawsky, Palestinian terror stretches back to RFK, in The Jewish Journal, 29 maggio 2008. URL consultato il 5 agosto 2011.
  2. ^ Part II: Why Sirhan Sirhan Assassinated Robert Kennedy by Mel Ayton, Crimemagazine.com. URL consultato il 16 gennaio 2009 (archiviato dall'url originale il 22 agosto 2008).
  3. ^ (EN) Sirhan Bishara Sirhan Trial: 1969 - A Murder Plan. URL consultato il 5 agosto 2011.
  4. ^ Jerry Cohen, Yorty Reveals That Suspect's Memo Set Deadline for Death (Los Angeles, Calif.), The Los Angeles Times, 6 giugno 1968, p. Front Page. URL consultato il 9 settembre 2009.
  5. ^ Mohammad Taki Mehdi, Kennedy and Sirhan: Why?, Illustrated Paperback, New World Press, 1968, p. 100, ISBN 0-911026-04-5.
  6. ^ Sirhan says liquor, anger led to killing, in Wilmington Morning Star (Los Angeles), Associated Press, 27 settembre 1980. URL consultato il 9 settembre 2009.
  7. ^ Robert Jablon, Attorney says Sirhan didn't kill Robert Kennedy, in Daily Breeze (Los Angeles), Associated Press, 6 giugno 2003. URL consultato il 10 settembre 2009.
  8. ^ Louinn Lota, Killer of Sen. Robert F. Kennedy wants appeal moved from Los Angeles courts (Los Angeles), Associated Press Worldstream, 4 giugno 2003. URL consultato il 10 settembre 2009.
  9. ^ (EN) Jeannine Yoemans, San Quentin Story Unfolded; Officials Give Account of Escape Attempt, in The Press-Courier (Oxnard, California), 24 agosto 1971, p. 5. URL consultato il 18 marzo 2013.
  10. ^ a b (EN) Curtis, Kim. Even in prison Jackson would be 'star'. Daily Breeze (Torrance, CA), June 13, 2005.
  11. ^ (EN) Grossi, Mark. Corcoran Prison Home to Who's-Who of Killers. The List of Infamous Murderers at the State Facility has Grown This Week to Include Sirhan Sirhan and Juan Corona. The Fresno Bee, June 5, 1992
  12. ^ (EN) Deutsch, Linda. "Robert F. Kennedy's killer is moved to new site", The Seattle Times, Associated Press, 2 novembre 2009.
  13. ^ (EN) Monica Garske, RFK killer Sirhan Sirhan moved to another prison — on anniversary of JFK assassination, NBCNews.com (November 22, 2013). Accesso il 23 novembre 2013.
  14. ^ Discovery Channel - RFK Assassination
  15. ^ Robert Kennedy Assassination

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN6120063 · ISNI (EN0000 0000 7875 9851 · LCCN (ENn50025200 · GND (DE133352994
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie