Simona Lo Iacono

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Simona Lo Iacono (Siracusa, 17 luglio 1970) è una scrittrice italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata nel 1970 a Siracusa, svolge la professione di magistrato presso il tribunale di Catania[1].

Curatrice di una rubrica sul blog LetteratitudineNews e sul quotidiano La Sicilia, dopo il racconto I semi delle fave del 2006, ha pubblicato il suo primo romanzo, Tu non dici parole, nel 2008 al quale sono seguite altre 6 opere[2].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

Racconti[modifica | modifica wikitesto]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel 2008 ha vinto il Premio Vittorini Opera Prima per Tu non dici parole.
  • Nel 2013 le è stato assegnato il premio Premio Martoglio per Effatà [3].
  • Nel 2017 ha vinto il Premio Chianti per Le Streghe di Lenzavacche [4].
  • Nel 2020 ha vinto il Premio Città di Erice per L'Albatro

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Introduzione all'autrice con intervista, su premiostrega.it. URL consultato il 23 novembre 2018.
  2. ^ Scheda della scrittrice, su treccani.it. URL consultato il 23 novembre 2018.
  3. ^ Albo d'oro, su athenabelpasso.wordpress.com. URL consultato il 23 novembre 2018.
  4. ^ Alessandra Stoppini, A Simona Lo Iacono va il 30esimo premio letterario Chianti, su gonews.it, 29 maggio 2017. URL consultato il 23 novembre 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN107925856 · WorldCat Identities (ENlccn-n2010012102