Simon the Sorcerer 3D

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Simon the Sorcerer 3D
videogioco
Simons3d.jpg
Immagine di gioco
PiattaformaWindows, Mac OS
Data di pubblicazione2002
GenereAvventura grafica
SviluppoHeadfish Productions
PubblicazioneAdventure Soft
DesignSimon Woodroffe e Mike Woodroffe
Modalità di giocoGiocatore singolo
Periferiche di inputtastiera
SupportoCD-Rom
Preceduto daSimon The Sorcerer II
Seguito daSimon the Sorcerer 4: Chaos Happens

Simon the Sorcerer 3D è un videogioco di tipo avventura grafica uscito nel 2002 per sistemi Windows e Mac. Esso è il terzo videogioco della saga di Simon the Sorcerer. Il videogioco è disponibile in download digitale su GOG.com.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

L'avventura inizia da dove era finita nel secondo capitolo della saga. Una donna trascina il corpo di Simon fino alla sommità di una piramide a gradoni chiamata il tempio della vita dove Calypso è presente insieme ad altri maghi. Il corpo di Simon viene fatto scendere in una stanza speciale detta camera della rinascita, prima la sua anima viene rimossa dal corpo e inserita in una specie di ampolla magica. Simon viene risvegliato dalla sua fata madrina, che gli svela che lo ha riportato in vita per compiere una nuova missione, sconfiggere definitivamente il malefico Sordid che impadronitosi del corpo reale di Simon è giunto, e vuole conquistare la dimensione reale.

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Il videogioco si presenta in ambientazione a tre dimensioni abbandonando sia il motore Agus dei prequel che il classico stile per questi videogiochi, scelta tipica per l'epoca ma non molto appropriata per una avventura grafica, le ambientazioni sono molto vaste e simon dovrà camminare molto tra una locazione e l'altra, il controllo tramite tastiera si rivelò infelice per via dei molti tasti da premere, ed inoltre accumulò molto ritardo prima dell'uscita. Riscosse poco successo e per i fan della saga viene considerato il peggiore della serie. In alcuni punti il videogioco si trasformerà in un vero e proprio platform 3D.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]