Sessuologo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il sessuologo è lo specialista che si occupa di sessuologia nei diversi ambiti applicativi della ricerca e dell'attività clinica. In un'accezione generale il termine può indicare qualsiasi figura medico-scientifica che operi nell'area della sessualità umana e della salute sessuale come l'andrologo o il ginecologo ma anche il sociologo o l'antropologo del comportamento sessuale.[1][2]

Tuttavia è consuetudine che il titolo di sessuologo sia utilizzato sia nel linguaggio comune sia in quello scientifico per indicare la figura professionale dello psicologo psicoterapeuta formalmente specializzato in sessuologia e più specificamente definito sessuologo clinico o psicosessuologo.[3],[4]

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Il sessuologo clinico è quindi prima di tutto uno psicologo specializzato e abilitato all'esercizio della psicoterapia dal proprio ordine professionale la cui attività è regolamentata dall'art.3 della l.56/89 (Ordinamento della professione di psicologo), che prevede il conseguimento di una specializzazione postuniversitaria in psicoterapia, presso una scuola di specializzazione pubblica (universitaria) o privata riconosciuta dal Ministero dell'Università. La formazione post-universitaria in sessuologia clinica è integrativa dunque della specializzazione in psicoterapia e si svolge attraverso l'ulteriore frequentazione di una scuola quadriennale di perfezionamento alla quale si associa l'attività di supervisione e di psicoterapia didattica necessaria all'ottenimento della certificazione. Le scuole di sessuologia clinica propongono la qualifica intermedia di consulente sessuale ottenibile attraverso un corso di formazione biennale.[4],[1] Ad oggi il servizio sanitario nazionale non prevede l'istituzionalizzazione della figura professionale del sessuologo clinico e non è dunque possibile per l'utente consultare il sessuologo nell'ambito dei servizi ambulatoriali offerti dalla sanità pubblica ma esclusivamente nell'ambito privato della libera professione.[4]

Competenze[modifica | modifica wikitesto]

Oltre alle specifiche competenze riguardanti la dimensione psicologica e relazionale della sessualità, il sessuologo clinico necessita di un'adeguata conoscenza degli aspetti anatomici, fisiologici e fisiopatologici della risposta sessuale normale e delle sue possibili disfunzionalità.[5],[6]. Tale approfondimento è motivato sia dall'utilità di un inquadramento completo e multifattoriale dell'oggetto del suo intervento, sia dal frequente lavoro di équipe con figure mediche nella diagnosi e nel trattamento di numerose problematiche sessuali.[4][6] le specifiche competenze del sessuologo clinico vi è la conduzione della terapia Sessuale (o Sex Therapy) che rappresenta un approccio terapeutico per il superamento delle disfunzioni sessuali basato sui principi della psicoterapia cognitivo-comportamentale sviluppati dalla moderna sessuologia per un trattamento psicoterapeutico centrato sulla soluzione della sintomatologia sessuale nel breve periodo.[7][8],[9]. La Sex Therapy prevede il suggerimento all'individuo e/o alla coppia di specifici momenti esperienziali (mansioni sessuali) da vivere nel privato, al di fuori delle sedute, utili ad una rielaborazione pratica degli schemi emotivi e comportamentali alla base del problema sessuale. L'approccio terapeutico che caratterizza la moderna sessuologia fa riferimento ad un modello integrato che associa tecniche e principi propri di diversi modelli psicoterapeutici tradizionali che, oltre alla già citata psicoterapia cognitivo-comportamentale, comprendono la psicoterapia breve strategica, la psicodinamica, l'approccio sistemico-relazionale, l'ipnosi clinica, il training autogeno e le psicoterapie ad integrazione corporea.[4],[6],[10]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Cociglio G. (a cura di), (2002) Il manuale del consulente sessuale. Volume I: La sessualità. Franco Angeli, Milano
  2. ^ Jannini E.A., Lenzi A., Maggi M.A.(2007) Sessuologia medica. Trattato di psicosessuologia e medicina della sessualità. Elsevier, Milano.
  3. ^ Abraham G., Pasini W., (1975) Introduzione alla Sessuologia Medica. Feltrinelli, Milano.
  4. ^ a b c d e Simonelli C. (a cura di), (2000) Diagnosi e trattamento delle Disfunzioni Sessuali. Franco Angeli, Milano.
  5. ^ Masters W., Johnson V.E., (1966) L'atto sessuale nell'uomo e nella donna. Indagine sugli Aspetti Anatomici e Fisiologici. Feltrinelli, Milano
  6. ^ a b c Kaplan H.S., (1974) Le Nuove Terapie Sessuali. Bompiani, Milano
  7. ^ Masters W., Johnson V.E., (1970) Patologia e Terapia del Rapporto Coniugale. Feltrinelli, Milano
  8. ^ Kaplan H.S., (1974) Le Nuove Terapie Sessuali. Bompiani, Milano
  9. ^ Kaplan H.S., (1979) Manuale Illustrato di Terapia Sessuale. Feltrinelli, Milano
  10. ^ Simonelli C. (a cura di), L'Approccio Integrato in Sessuologia Clinica, Milano, Franco Angeli, 2006.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]