Serapias bergonii

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Serapide di Bergon
Serapias bergonii.jpg
Serapias bergonii
Classificazione APG IV
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
(clade) Angiosperme
(clade) Mesangiosperme
(clade) Monocotiledoni
Ordine Asparagales
Famiglia Orchidaceae
Sottofamiglia Orchidoideae
Tribù Orchideae
Sottotribù Orchidinae
Genere Serapias
Specie S. bergonii
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Liliopsida
Ordine Orchidales
Famiglia Orchidaceae
Sottofamiglia Orchidoideae
Tribù Orchideae
Sottotribù Orchidinae
Genere Serapias
Specie S. bergonii
Nomenclatura binomiale
Serapias bergonii
E.G.Camus, 1908
Sinonimi

Serapias vomeracea subsp. laxiflora
(Soó.) Gölz & H.R. Reinhard

La serapide di Bergon (Serapias bergonii E.G.Camus, 1908) è una pianta appartenente alla famiglia delle Orchidacee.[1]

L'epiteto specifico è un omaggio al botanico francese Paul Bergon (1863-1912).

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Dettaglio del fiore

È una pianta erbacea alta da 10 a 40 cm con foglie basali in rosetta e arcuate.
Presenta una infiorescenza costituita da 4-10 piccoli fiori.
Le brattee, purpuree sfumate di grigio-argenteo, sono ovato-lanceolate.
Il labello, bipartito e di colore bruno-rossastro scuro, si presenta peloso al centro e con 2 callosità basali scure lucide appena divergenti; l'ipochilo è racchiuso nel casco tepalico e presenta due lobi laterali più scuri, l'epichilo, di forma lanceolata, si distingue da quello di S. vomeracea per le minori dimensioni (10–18 mm X 3,5–7 mm).
L'ovario è sessile, le masse polliniche da gialle a olivastre.

Fiorisce da marzo ad aprile.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

La specie ha un areale stenomediterraneo orientale.
È presente in Italia meridionale (Campania, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia), Grecia, Cipro e Turchia occidentale[2].

Il suo habitat sono le praterie aride (xerogramineti) e le garighe, da 10 a 1000 m di altitudine.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Fa parte del gruppo Serapias vomeracea (sezione Bilamellaria)

Ibridi[modifica | modifica wikitesto]

Serapias bergonii può dar luogo ad ibridi interspecifici tra cui[3]:

Sono documentati anche diversi intergenerici con specie del genere Anacamptis[4]:

  • × Serapicamptis myrtoa (Kalop. & Aperghis) J.M.H.Shaw, 2005 (A. papilionacea × S. bergonii)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Serapias bergonii, su Plants of the World Online, Royal Botanic Gardens, Kew. URL consultato il 30 marzo 2021.
  2. ^ GIROS 2009, p. 147.
  3. ^ (EN) Serapias, su World checklist of selected plant families, The Board of Trustees of the Royal Botanic Gardens, Kew.
  4. ^ (EN) Serapicamptis, su World checklist of selected plant families, The Board of Trustees of the Royal Botanic Gardens, Kew.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica