Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Sequoyah

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'attrice statunitense, vedi Johnny Sequoyah.
SE-QUO-YAH – Una litografia da Indian Tribes, McKinney e Hall, 1856. Questa litografia deriva dal ritratto eseguito da Charles Bird King 1828

Sequoyah (ᏍᏏᏉᏯ S-si-quo-ya[1] in Cherokee), conosciuto anche come George Gist, o Guess (Taskigi, 1770 circa – Tamaulipas, agosto 1843) fu un nativo americano Cherokee che inventò nel 1821 il sillabario Cherokee[2].

È uno dei pochissimi casi dell'invenzione di un alfabeto efficace ed originale da parte di un membro di una popolazione non alfabetizzata che sia storicamente documentato (un altro caso è quello Shong Lue Yang). L'alfabeto di Sequoyah venne rapidamente adottato dal popolo Cherokee e si arrivò alla situazione in cui il livello di alfabetizzazione del popol nativo americano superò quello degli euro-americani delle zone cicostanti.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Gli sono stati intitolati la sequoia[3], la contea di Sequoyah, in Oklahoma e il Monte Sequoyah (m 1830), al confine tra Tennessee e Carolina del Nord. Inoltre la Sequoyah's Cabin, una capanna di tronchi dove visse dal 1829 al 1844, è stata dichiarata National Historic Landmark nel 1965[4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Holmes, Ruth Bradley, and Smith, Betty Sharp. 1976. ᏔᎵᏍᎪ ᎦᎵᏉᎩ ᏗᏕᎵᏆᏍᏙᏗ ᏣᎳᎩ ᏗᎪᏪᎵ / Beginning Cherokee. Norman: University of Oklahoma Press, p. 291.
  2. ^ La Nazione Cherokee adottò ufficialmente questo alfabeto nel 1825
  3. ^ Oxford Concise Dictionary of English Etimology, Oxford University Press, 1986
  4. ^ Sequoyah's Cabin National Historic Landmark

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Bender, Margaret, Signs of Cherokee Culture: Sequoyah's Syllabary in Eastern Cherokee Life. Chapel Hill: University of North Carolina Press, 2002.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN74937598 · LCCN: (ENn79072794 · ISNI: (EN0000 0000 2191 6422 · GND: (DE129647705 · CERL: cnp00618761
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie