Sentire le donne

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sentire le donne
AutoreAldo Busi
1ª ed. originale1991
Genereromanzo
Sottogenereracconti
Lingua originaleitaliano
AmbientazioneItalia
PersonaggiJuliette Gréco, Sting, Marta Marzotto, Franca Valeri, Sophia Loren, Tinto Brass, Francesca Dellera, Don Dolcizio di Mantova, zia Amabile

Sentire le donne è il nono libro dello scrittore italiano Aldo Busi, pubblicato originariamente nel 1991 e successivamente riveduto e ampliato dall'autore. Nel 2008 esce per Bompiani la nuova edizione di Sentire le donne con l'aggiunta del racconto inedito Il casto, sua moglie e l'innominabile.[1]

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

Il libro è una raccolta di racconti e reportages scritti da Busi per conto di alcuni periodici italiani e successivamente raccolti in volume. In esso l'autore punta a raccontare le donne per ciò che realmente sono e non per come appaiono o per come l'uomo le concepisce.

I racconti[modifica | modifica wikitesto]

Ogni racconto di Sentire le donne è un ritratto di un personaggio o di una tipologia femminile: si va dalla sensale di case alle coreute di un ballo delle debuttanti sul lago di Como, passando per stilisti, poeti, registi, scrittori, politici italiani ambosessi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Marco Cavalli, Busi in corpo 11, Milano, Il Saggiatore, 2006

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Letteratura