Schindler Group

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
The Schindler Group
Logo
StatoSvizzera Svizzera
Fondazione1874 a Lucerna
Fondata da
  • Robert Schindler
  • Eduard Villiger
Sede principaleEbikon
Persone chiaveSilvio Napoli (Presidente)
Prodottiascensori, scale mobili
FatturatoCHF 11,6 miliardi (2018)
Dipendenti~64,000 (2018)
Sito web
Torre sperimentale della Schindler ad Ebikon, Lucerna

Schindler Group è il più grande produttore di scale mobili[1] ed il secondo più grande produttore di ascensori[1]a livello mondiale. Schindler effettua installazioni, manutenzioni ed ammodernamenti di ascensori e scale mobili in tutti i tipi di edificio (residenziale, commerciale ed High-Rise). L'azienda è presente in più di 130 paesi ed impegna circa 64.000 persone a livello globale. Le sedi di produzione si trovano, oltre che in Italia, anche in Austria, Brasile, Cina, Francia, Slovacchia, Spagna, Svizzera, Stati Uniti.

CEO di gruppo è lo svizzero Thomas Oetterli, mentre presidente del Consiglio di Amministrazione è l'italiano Silvio Napoli[2] Il gruppo Schindler ha registrato nel 2018 un fatturato di 11,6 mld CHF e un utile netto di circa 1 mld CHF[3]

Il gruppo è quotato presso la SIX Swiss Exchange.

La storia[modifica | modifica wikitesto]

L'azienda fu fondata in Svizzera nel 1874 da Robert Schindler ed Eduard Villiger. Dopo poco tempo, fu costruita un'officina d'ingegneria meccanica su un'isola nel fiume Reuss a Lucerna, per la produzione di costruzioni per ascensori e macchine di tutti i tipi. Già nel 1906 fu creata a Berlino la prima sede all'estero e nel 1937 in Brasile seguì la prima fabbrica oltreoceano.

  • 1874 Fondazione dell'azienda con l'inizio di produzione di macchine agricole
  • 1892 Inizio della fabbricazione di ascensori ad azionamento elettrico
  • 1902 Installazione dei primi ascensori in Vaticano
  • 1925 Il logo «Schindler 1874», usato dal 1910, protetto e rilanciato
  • 1929 Fondazione della Holding «Pars Finanz»
  • 1936 Installazione della prima scala mobile, la cosiddetta «Flohr»
  • 1957 Trasloco da Lucerna nel nuovo stabilimento di Ebikon
  • 1960 La Pars Finanz acquista la Schlieren (SWS), costruttrice di vagoni e ascensori
  • 1961 Primo ascensore al mondo con manovra ai transistor - un prodotto della SWS
  • 1970 Pars Finanz diventa Schindler Holding
  • 1974 Joint-Venture nella regione Asia-Pacific: nasce Schindler Jardine Group
  • 1980 Prima Joint-Venture di una ditta occidentale con la Cina: CSE China Schindler Elevators
  • 1985 Nuovo Corporate Identity con tre strisce rosse in verticale
  • 1989 Acquisto del segmento ascensori e scale mobili della Westinghouse Electric Corporation negli USA
  • 1991 Un grande incendio nella notte del 25 gennaio distrugge gran parte della fabbrica e della torre sperimentale di Ebikon
  • 1993 Schindler ottiene il primo posto mondiale nel settore delle scale mobili
  • 1997 Introduzione dello «Schindler Mobile» (trazione posta al di sotto della cabina)
  • 1998 Introduzione dello Schindler «Smart MRL» (ascensore privo di locale macchine)
  • 1999 Acquisto delle aziende Atlas (Brasile) e Haushahn (Germania)
  • 2000 Primo cavo al mondo ad essere completamente sintetico («Schindler Aramid»)
  • 2006 Nuovo Corporate Identity con logo modernizzato «Schindler 1874»

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b List of elevator and escalator companies, in Elevator Wiki. URL consultato il 30 novembre 2016.
  2. ^ (EN) Board of Directors, su www.schindler.com. URL consultato il 4 aprile 2019.
  3. ^ Full Year Results (PDF), su schindler.com.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN316876204 · WorldCat Identities (EN316876204