Sarah Spencer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sarah Lyttelton

Baronessa Sarah Lyttelton nata Spencer (Althorp, 29 luglio 1787Hagley, 13 aprile 1870) è stata una cortigiana britannica, governante di Edoardo VII del Regno Unito e moglie di William Lyttelton, III barone Lyttelton.

Famiglia[modifica | modifica wikitesto]

Era la figlia di George Spencer, II conte Spencer (1758-1834), e di sua moglie, Lady Lavinia Bingham (1762-1831)[1].

Matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Sposò, il 4 marzo 1813, Sir William Lyttelton, III barone Lyttelton.[2]

Ebbero cinque figli:

  • Lady Caroline Lyttelton (1º febbraio 1816-8 aprile 1902);[3]
  • George (1817-1876);[3]
  • Lord Spencer Lyttelton (19 giugno 1818-4 febbraio 1889), sposò Henrietta Cornewall, ebbero un figlio;[3]
  • Lord William Lyttelton (3 aprile 1820-24 luglio 1884), sposò in prime nozze Emily Pepys, sposò in seconde nozze Constance Yorke;[3]
  • Lady Lavinia Lyttelton (1821-3 ottobre 1850), sposò il reverendo Henry Glynne, ebbero quattro figli.[3]

Dama di compagnia[modifica | modifica wikitesto]

Sarah Lyttelton rimase vedova nel 1837, e poco dopo gli fu offerto il posto di dama di compagnia della regina Vittoria.

Nel corso del tempo, Sarah si guadagnò il rispetto della Regina e del Principe consorte e, nel mese di aprile 1843, è stata nominata governante dei bambini reali.

Venne nominata Lady of the Bedchamber dalla regina Vittoria[4].

Morte[modifica | modifica wikitesto]

Sarah Lyttelton morì a Hagley il 13 aprile 1870 a 82 anni[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Lady Sarah Spencer F, #105136,, in thePeerage.com. URL consultato il 3 dicembre 2008.
  2. ^ Cave, Nichols, p. 83
  3. ^ a b c d e Cave, Nichols, p. 84
  4. ^ Institute of Historical Research, history.ac.uk.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Edward Cave e John Nichols, The Gentleman's Magazine, 162 (volume VIII. New series), London, William Pickering; John Bowyer Nichols and son, 1837. URL consultato il 25 maggio 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN286198107
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie