Sapho (film 1917)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sapho
Titolo originaleSapho
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneUSA
Anno1917
Durata50 min (5 rulli)
Dati tecniciB/N
rapporto: 1.33 : 1
film muto
Generedrammatico
RegiaHugh Ford
Soggettodal romanzo (1884) di Alphonse Daudet
SceneggiaturaHugh Ford Doty Hobart (adattamento)
ProduttoreDaniel Frohman (presentatore)
Casa di produzioneFamous Players Film Company e Famous Players
FotografiaNed Van Buren
Interpreti e personaggi

Sapho è un film muto del 1917 diretto da Hugh Ford.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Bella e povera, Fanny cerca di fuggire da una vita di stenti e dal padre ubriacone. Si guadagna da vivere vendendo fiori ma, un sera, mentre cerca clienti in un ristorante, la sua bellezza attira l'attenzione di Caoudal, un famoso scultore che la prende come sua modella. Diventata la sua amante, la giovane comincia ad amare quella vita lussuosa. Un poeta, amico di Caoudal e ancora più famoso di lui, si ispira a lei per le sue poesie. Avida di successo e di ammirazione, Fanny lascia anche il nuovo amante, troppo vecchio per lei, per il giovane incisore Flamant. Questi, pazzo d'amore per la donna, vuole che sia circondata dal lusso che tanto ama e per farla felice, infrange la legge e finisce in carcere.

A un gran ballo, dove si presenta come Sapho, Fanny incontra Jean, un giovane provinciale ignaro del suo passato. La donna si innamora profondamente di lui e i due sono felici insieme. Ma, quando Jean scopre chi è veramente Sapho, la lascia per tornare dalla fidanzata abbandonata. In chiesa, durante la cerimonia di nozze, Fanny decide di lasciarsi il passato alle spalle e di ricominciare una nuova vita. Da quel momento, entrerà nella Croce Rossa dove lavorerà come infermiera, dedicandosi ai suoi simili.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu prodotto dalla Famous Players Film Company e Famous Players.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Distribuito dalla Famous Players-Lasky Corporation e dalla Paramount Pictures, il film - presentato da Daniel Frohman - uscì nelle sale cinematografiche USA l'11 marzo 1917.

Attualmente, viene considerato un film perduto[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) The American Film Institute Catalog, Features Films 1911-1920, University of California Press 1988 ISBN 0-520-06301-5

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema