Santuario di Nostra Signora della Guardia (Varazze)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Santuario di Nostra Signora della Guardia
N.S. della Guardia, Varazze.jpg
Facciata della chiesa
Stato Italia Italia
Regione Liguria
Località Varazze
Religione Cristiana cattolica di rito romano
Titolare Madonna della Guardia
Diocesi Savona-Noli
Inizio costruzione XIX secolo

Coordinate: 44°22′21.67″N 8°35′42.55″E / 44.372686°N 8.595153°E44.372686; 8.595153

Il santuario di Nostra Signora della Guardia è un edificio religioso sito sul monte Grosso, in prossimità della frazione di Casanova, a Varazze in provincia di Savona. Il piccolo santuario sorge a circa 405 metri s.l.m.

Cenni storici e descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Lato occidentale del santuario

Il complesso di edifici è formato da una chiesa dotata di campanile, un'unità abitativa unita al presbiterio e da una piccola cappella votiva adiacente alla chiesa. L'edificio religioso principale è costituito da un'unica navata con volta a botte a sesto ribassato e presbiterio quadrato. L'interno è privo di decorazioni pittoriche, l'altare è in pietra e calce e dietro di esso, in una nicchia del muro, trova posto una statua in gesso di Nostra Signora della Guardia. All'interno della chiesa è conservata anche una seconda statua simile in legno.

Dal sagrato si può ammirare un panorama non solo di Varazze, ma di gran parte dell'arco ligure. Da qui si dipartono diversi sentieri escursionistici di un certo interesse naturalistico. Dietro la chiesa, a circa 100 metri, sorge una cappella. Dotata di un piccolo altare e di una volta a botte dipinta, è anch'essa dedicata a Nostra Signora della Guardia. Sul sagrato è riportata la data del 1929, mentre nel muro posteriore è inglobata la targa che ricorda come nel 1861 fosse stato eretto su quel luogo un pilone dedicato alla Madonna e benedetto nel successivo 1862. Il santuario è collegato visivamente con la chiesa di Nostra Signora della Croce che sorge sul limite occidentale della valle del Teiro.

Il complesso è proprietà dei marchesi di Invrea e il 29 agosto viene festeggiata la Madonna con una festa popolare a cui partecipano anche i proprietari.

Per raggiungere il santuario da Varazze si snoda tra i pinastri una mulattiera privata ad esclusivo passaggio pedonale lunga 3 km: l'area boschiva è stata più volte devastata da incendi dolosi, gli ultimi nel 1996 e il 10 settembre 2001.[1]

Nelle giornate limpide è possibile vedere l'arco ligure di levante fino alla Spezia mentre a ponente lo sguardo si spinge "solo" fino a capo Noli poco dopo Savona.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Incendi alla Madonna della Guardia, parliamodivarazze.blog.tiscali.it. URL consultato il 15-08-2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]