Saint-Louis-en-l'Isle

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Saint-Louis-en-l'Isle
comune
Chiesa di Saint-Louis-en-l'Isle (XIII secolo)
Chiesa di Saint-Louis-en-l'Isle (XIII secolo)
Dati amministrativi
Stato Francia Francia
Regione Blason de l'Aquitaine et de la Guyenne.svg Aquitania
Dipartimento Blason département fr Dordogne.svg Dordogna
Arrondissement Périgueux
Cantone Mussidan
Territorio
Coordinate 45°04′N 0°24′E / 45.066667°N 0.4°E45.066667; 0.4 (Saint-Louis-en-l'Isle)Coordinate: 45°04′N 0°24′E / 45.066667°N 0.4°E45.066667; 0.4 (Saint-Louis-en-l'Isle)
Superficie 2,81 km²
Abitanti 260[1] (2009)
Densità 92,53 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 24400
Fuso orario UTC+1
Codice INSEE 24444
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Francia
Saint-Louis-en-l'Isle

Saint-Louis-en-l'Isle è un comune francese di 260 abitanti situato nel dipartimento della Dordogna nella regione dell'Aquitania.

Ponte sull'Isle, visto da Sourzac

Saint-Louis-en-l'Isle è situata all'ovest del departamento della Dordogna. A l'est e al sud il territorio comunale è delimitato da un meandro del fiume Isle, che lo separa dal comune di Sourzac.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Al XIII secolo, il sito cadeva sotto l'amministrazione della parrocchia di Sourzac, a sua volta sotto il controllo dell'abbazia di Charroux. Filippo il Bello, re di Francia, firma un atto nel 1308 con l'abbazia per poterci fondare un villaggio[2][3]. Nel 1310 appare quindi il nome latinizzato nei documenti: Villa franca Sancti Ludovici. Vi sono vari santi col nome Luigi, ma si crede che il nome del paese faccia riferimento al re san Luigi, nonno di Filippo il Bello[3].

Durante la Guerra dei Cento Anni, Saint-Louis-en-l'Isle passò più volte dal dominio francese a quello inglese, fino a terminare nelle mani della famiglia Masperaud de Longa e infine in quelle dei Cosson[3].

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ INSEE popolazione legale totale 2009
  2. ^ Jean-Luc Aubarbier, Michel Binet; Guy Mandon, Nouveau guide du Périgord-Quercy, Ouest-France, 1987. ISBN 2-85882-842-3.
  3. ^ a b c Les bastides du Périgord et leur histoire. URL consultato il 21 giugno 2013.
Francia Portale Francia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Francia