Riserva naturale Orrido di Botri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Riserva naturale Orrido di Botri
Orrido di Botri.jpg
Tipo di area Riserva Naturale di Luoghi Naturali e Biogenetica
Codice EUAP EUAP0133
Stati Italia Italia
Regioni Toscana Toscana
Province Lucca Lucca
Comuni Bagni di Lucca
Superficie a terra 192,00 ha
Provvedimenti istitutivi DD.MM. 26.07.71/02.03.77
Gestore ex A.S.F.D.

La riserva naturale Orrido di Botri è un'area naturale protetta statale istituita nel 1971. Occupa una superficie di 192,00 ha nella provincia di Lucca. [1]

Il Corpo Forestale dello Stato di Lucca si occupa dei permessi e del controllo della Riserva.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

L'Orrido di Botri è una profonda gola calcarea scavata dal Rio Pelago. L'area si trova nel comune di Bagni di Lucca, nell'alta val Fegana alle pendici delle Tre Potenze e del monte Rondinaio.[2]

Accesso[modifica | modifica wikitesto]

L'area è accessibile da Ponte a Gaio, e occorre passare dal letto in secca del torrente, per questo motivo l'accesso è autorizzato solo da metà giugno a settembre.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fauna[modifica | modifica wikitesto]

Flora[modifica | modifica wikitesto]

Punti di interesse[modifica | modifica wikitesto]

Attività[modifica | modifica wikitesto]

Strutture ricettive[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Pier Virgilio Arrigoni et al., La riserva di luoghi naturali Orrido di Botri: fondamenti naturalistici, storici e gestionali, Corpo forestale dello Stato - Ufficio territoriale per la biodiversità di Lucca, 2006.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]