Rifugio Lavarella

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Rifugio Lavarella
Lavarellahütte
Üćia Lavarella
Lavarellahütte.JPG
Il rifugio Lavarella
Ubicazione
StatoItalia Italia
Altitudine2 042 m s.l.m.
LocalitàSan Vigilio di Marebbe (BZ)
CatenaDolomiti
Coordinate46°36′40.29″N 12°00′25.51″E / 46.611191°N 12.007086°E46.611191; 12.007086Coordinate: 46°36′40.29″N 12°00′25.51″E / 46.611191°N 12.007086°E46.611191; 12.007086
Dati generali
Periodo di aperturaestivo ed invernale
Capienza26+25 posti letto
Mappa di localizzazione
Sito internet

Il rifugio Lavarella (in tedesco Lavarellahütte e in ladino Üćia Lavarella) è un rifugio situato nel Parco naturale Fanes - Sennes e Braies in Alto Adige, a 2.042 m s.l.m., nell'Alpe di Pices Fanes (Fanes Piccola), lungo la vecchia strada militare che collega il rifugio Pederü a Cortina d'Ampezzo. Il rifugio si trova nel territorio comunale di Marebbe.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Prima della prima guerra mondiale esisteva unicamente una capanna di proprietà della famiglia Frenner. Nel 1919 questa è stata ampliata con materiali tratti da instillazioni di guerra e trasformata in un rifugio per gli alpinisti e gli escursionisti. Dopo una ulteriore espansione, il rifugio bruciò nel 1939. Durante la seconda guerra mondiale, la famiglia Frenner costruì un nuovo rifugio, che è stato rimodernato nel 1997.[1]

Negli anni 80, durante una delle esercitazioni di tiro della Brigata alpina "Tridentina" dell'Esercito Italiano, parte di questo rifugio venne colpita per sbaglio da un colpo di un obice.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Accanto al rifugio Lavarella sorgono:

  • a 500 metri a est il rifugio Fanes;
  • poco più a sud si trova il piccolo e suggestivo lago Verde;
  • accanto al rifugio la pochi la Picia Capela de Fanes, una piccola cappella del 2003 ad opera dell'architetto Carljoseph Schaaff, dedicata al santo di Oies, Josef Freinademetz.[2][3]

Accessi[modifica | modifica wikitesto]

Avvertenza
Alcuni dei contenuti riportati potrebbero generare situazioni di pericolo o danni. Le informazioni hanno solo fine illustrativo, non esortativo né didattico. L'uso di Wikipedia è a proprio rischio: leggi le avvertenze.

Il rifugio Lavarella è facilmente raggiungibile dal rifugio Pederü (1548 m), lungo il sentiero n. 7, o con mezzi autorizzati lungo una strada sterrata, parallela al sentiero.[4]

Altre possibili vie d'accesso sono dalla Capanna Alpina (zona di San Cassiano) o dalla zona del Lagazuoi - passo Falzarego.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (DE) Hans Kammerer, Schutzhütten in Südtirol, Tappeiner ed., Lana, 2008, pag. 18, ISBN 978-88-7073-422-5
  2. ^ DEscrizione dei dintorni Archiviato il 3 aprile 2014 in Internet Archive. sul sito ufficiale
  3. ^ (DE) Gerhard Hirtlreiter, Südtirol Ost. Eisacktal, Pustertal, Dolomiten, Bergverlag ed., Monaco, 2010, ISBN 978-3-7633-3024-9, pag. 127.
  4. ^ Il rifugio Lavarella su Senters

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]