Raffaele Jerusalmi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Raffaele Jerusalmi

Raffaele Jerusalmi (Milano, 21 marzo 1961) è un dirigente d'azienda italiano, amministratore delegato di Borsa Italiana.

La carriera in Borsa Italiana S.p.A.[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1998, entra in Borsa Italiana S.p.A. come Executive Director responsabile dei mercati azionari, derivati e Fixed Income, ruolo che ha ricoperto fino al 2007. Dal 1º aprile 2010 è Consigliere di Amministrazione ed Amministratore delegato di Borsa Italiana S.p.A.[1]. Nel giugno dello stesso anno viene, inoltre, nominato Board Member del London Stock Exchange Group, all'interno del quale - a seguito dell'integrazione con Borsa Italiana, avvenuta nel 2007 sotto la regia dello stesso Jerusalmi[2] - ricopre anche il ruolo di membro dell'Executive Committee e di Director of Capital Market, a livello globale, di tutti i mercati del gruppo[3]. Sotto la sua gestione e promozione, nell'aprile del 2012 Borsa Italiana lancia il programma ELITE [4], dedicato a supportare piccole-medie imprese nel percorso di crescita e internazionalizzazione[5]. Il modello di ELITE è stato esportato anche a livello europeo[6] e oggi raccoglie 389 società da tutto il Continente[7]. Nel 2013, inoltre ha avviato il ciclo “Conversazioni in Borsa: incontri con i protagonisti” – promosso da Borsa Italiana in collaborazione con The Ruling Companies Associations[8] – che ha riunito, nel tempo, personalità di spicco dell'economia, della politica, del giornalismo e della cultura italiana quali – tra gli altri – Giuseppe De Rita , Romano Prodi e Ferruccio De Bortoli[9].

Altre cariche ricoperte[modifica | modifica wikitesto]

Vicepresidente di MTS[10], di Monte Titoli – che, nel corso del 2015, è stato il primo depositario centrale a completare l'allacciamento alla piattaforma T2S della Banca Centrale Europea per il trading crossborder[11] - e di Cassa di Compensazione & Garanzia. E' Venture Partner del fondo di venture capital Texas Atlantic Capital[12].

L'esperienza professionale prima di Borsa Italiana S.p.A.[modifica | modifica wikitesto]

Raffaele Jerusalmi inizia la sua carriera professionale nel 1988 presso Cimo SpA, a Milano, all'interno della quale, fino al 1993, è stato a capo delle divisioni fixed income e derivati. Dal 1993 al 1998, inoltre, ha guidato le divisioni di trading per il reddito fisso italiano di Credit Suisse First Boston ed è stato membro del Proprietary Trading Group a Londra.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1988, Raffaele Jerusalmi si è laureato in Discipline economiche e sociali presso l'Università commerciale Luigi Bocconi di Milano.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Raffaele Jerusalmi è sposato e ha due figlie.

Fin da giovane ha sviluppato una forte passione per il gioco degli scacchi che lo ha portato alla vittoria del campionato italiano a squadre e a quello individuale under 16. È, inoltre, Candidato Maestro FIDE, titolo scacchistico riconosciuto dalla Federazione Internazionale degli Scacchi[13]. È anche prima categoria fiori di Bridge e cintura nera di Judo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Comunicato Stampa Borsa Italiana (http://www.borsaitaliana.it/borsaitaliana/ufficio-stampa/comunicati-stampa/2010/capuanoaprile2010.htm)
  2. ^ Panorama.it, “Chi è la nuova guida della Borsa Italiana, Raffaele Jerusalmi?” (http://archivio.panorama.it/economia/Chi-e-la-nuova-guida-della-Borsa-Italiana-Raffaele-Jerusalmi?wb48617274=ED133140)
  3. ^ finextra.com, “LSE makes board changes” (https://www.finextra.com/pressarticle/34109/lse-makes-board-changes)
  4. ^ Corriere della Sera, 2 aprile 2015 “Borsa Italiana, 26 nuovi ingressi in ELITE ad oggi oltre 200 aziende” (http://www.corriere.it/notizie-ultima-ora/Economia/Borsa-nuovi-ingressi-Elite-oggi-oltre-200-aziende/27-04-2015/1-A_016897035.shtml)
  5. ^ thewordfolio.com, “Luxury sector rallies in 2015 boosting Borsa Italiana to top performer spot” (http://www.theworldfolio.com/interviews/luxury-sector-rallies-in-2015-boosting-borsa-italiana-to-top-performer-spot-/3917/)
  6. ^ (http://ec.europa.eu/transparency/regdoc/rep/1/2014/IT/1-2014-168-IT-F1-1.Pdf)
  7. ^ corriere.it, “Borsa: entrano 46 societa' in Elite, raggiunta quota 389" (http://www.corriere.it/notizie-ultima-ora/Economia/Borsa-entrano-societa-Elite-raggiunta-quota-389/27-04-2016/1-A_025633368.shtml)
  8. ^ lastampa.it, “Borsa italiana: capitalizzazione complessiva delle società quotate si attesta a 438,2 miliardi di euro” (http://finanza.lastampa.it/notizie/0,584346/Borsa_italiana_capitalizzazione_complessiva.aspx?refresh_ce)
  9. ^ rulingcompanies.com, “Ferruccio de Bortoli, una vita dedicata a un giornalismo serio e responsabile” (http://rulingcompanies.org/ferruccio-de-bortoli-una-vita-per-un-giornalismo-serio-e-responsabile/)
  10. ^ mondovisione.com, “Raffaele Jerusalmi and Ciro Pietroluongo Appointed As Deputy Chairman and CEO of MTS SpA” (http://www.mondovisione.com/media-and-resources/news/raffaele-jerusalmi-and-ciro-pietroluongo-appointed-as-deputy-chairman-and-ceo-of/)
  11. ^ ilsole24ore.com, “«Ripartono le Ipo, ma la Tobin tax pesa sugli scambi»” (http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2015-12-31/ripartono-ipo-ma-tobin-tax-pesa-scambi-063535.shtml?uuid=ACAe6N2B&wb48617274=BE56582A)
  12. ^ (http://www.atlantic.vc/#team)
  13. ^ (http://www.federscacchi.it/str_tess.php?codice=9033&anno=2012&wb48617274=2A1714AD)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]