RSC Advances

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
RSC Advances
AbbreviazioneRSC Adv.
StatoRegno Unito Regno Unito
Linguainglese
PeriodicitàIrregolare (70+/anno)
GenereChimica
FormatoOCLC 778745168
Fondazione2011
SedeRegno Unito Regno Unito
EditoreRoyal Society of Chemistry
Resa3.049 (fattore impatto) (2018)
Redattore capoRussell J Cox
ISSN2046-2069 (WC · ACNP)
Distribuzione
multimediale
Edizione digitaleISSN 2046-2069 (WC · ACNP)
Sito webHomepage
Accesso online
 

La RSC Advances è una rivista scientifica peer-review solo on-line che comprende la ricerca su tutti gli aspetti della scienza chimica. È stata fondata nel 2011 e viene pubblicata dalla Royal Society of Chemistry. L'editor-in-chief è il professore Russell J. Cox (Leibniz Universität Hannover, DE).

Nel 2014, la rivista usciva con una frequenza molto alta,[1] all'inizio circa 100/anno (simile a quella di ChemComm), ma più avanti nel corso dell'anno (e nel 2015) la frequenza è diventata maggiore, tuttavia è una rivista con uscita discontinua. Il numero di pagine annuali sul web è aumentato da circa 26500 nel 2013 a più di 65000 nel 2014,[2] giungendo a 116 numeri e più di 115000 pagine (~1000 pagine/numero) nel 2016.

Dopo il 2016, fu annunciato che a partire da Gennaio 2017, la rivista veniva convertita da rivista con sottoiscrizione a una rivista open access.[2][3] Nel frattempo, la rivista ha subito un rallentamento del volume delle pubblicazioni, con ogni numero contenente ~500 pagine. Sono stati emessi 89 numeri nel 2017 e 74 numeri nel 2018.

Servizi d'indicizzazione e di abstract[modifica | modifica wikitesto]

La rivista viene riportata dai seguenti servizi di banche dati:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Riviste RSC --- vai sulla lettera R, e ricerca il numero di RSC Advances espandendo la lista da albero.
  2. ^ a b (EN) Wilson Emma; Humphrey Jamie, Successfully transitioning the world's largest chemistry subscription journal to a gold open access publication, in Insights, vol. 30, n. 1, 2017, pp. 38–46, DOI:10.1629/uksg.343, ISSN 2048-7754 (WC · ACNP).
  3. ^ (EN) RSC Advances goes gold open access, su www.rsc.org, The Royal Society of Chemistry, 1º luglio 2016. URL consultato il 13 marzo 2017.
  4. ^ a b (EN) Master Journal List. Intellectual Property & Science., su ip-science.thomsonreuters.com, Thomson Reuters. URL consultato il 27 marzo 2013.
  5. ^ (EN) Scopus title list (XLS), su cdn.elsevier.com, Elsevier. URL consultato l'8 settembre 2014 (archiviato dall'url originale il 2 dicembre 2013).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]