Pseudochirulus forbesi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Coda ad anello dipinto
Immagine di Pseudochirulus forbesi mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Diprotodontia
Sottordine Phalangeriformes
Superfamiglia Petauroidea
Famiglia Pseudocheiridae
Sottofamiglia Pseudocheirinae
Genere Pseudochirulus
Specie P. forbesi
Nomenclatura binomiale
Pseudochirulus forbesi
(Thomas, 1887)
Areale

Painted Ringtail Possum area.png

Il coda ad anello dipinto (Pseudochirulus forbesi Thomas, 1887) è un marsupiale arboricolo della famiglia degli Pseudocheiridi[2].

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Come indica il nome, il coda ad anello dipinto è uno dei rappresentanti più variopinti della famiglia degli Pseudocheiridi. La colorazione generale è grigio-brunastra, più o meno scura, sul dorso e bianca sul ventre. Si caratterizza per la presenza di una sorta di «maschera» costituita da peli bruno-nerastri sulla faccia: essa contorna il volto da un orecchio all'altro; anche il naso è dello stesso colore di questi peli, e da esso parte una sottile striscia scura che attraversa la fronte. Le zone della faccia circondate dalla maschera sono di colore rossiccio.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

La coda prensile dei coda ad anello dipinti ha la parte terminale, come indica il nome, curvata a forma di anello; questi animali sono notturni, durante il giorno restano nascosti nelle cavità degli alberi o in nidi formati da foglie e corteccia d'albero, e si nutrono di frutti, foglie, fiori, insetti e piccoli vertebrati. Il marsupio ha l'apertura anteriore e le femmine partoriscono uno o due piccoli per volta.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Il coda ad anello dipinto vive unicamente nelle foreste pluviali della porzione sud-orientale della Nuova Guinea[1].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) Lamoreux, J. & Hilton-Taylor, C. (Global Mammal Assessment Team) 2008, Pseudochirulus forbesi in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2013.2, IUCN, 2013.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Pseudochirulus forbesi in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005. ISBN 0-8018-8221-4.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Mammiferi