Protovestiario

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il protovestiario era una figura politica di secondo piano nell'impero romano d'oriente. La prima attestazione di questo officium risale al 412, sotto la denominazione latina di comes sacrae vestis, un sottoposto del praepositus sacri cubiculi; era alle dipendenze del Praepositus sacri cubiculi e aveva alle proprie dipendenze diversi funzionari.[1]

Solitamente era un lontano parente dell'imperatore bizantino che godeva dell'investitura di questa carica minore in cambio di mansioni quali occuparsi del vestiario di quest'ultimo soprattutto in momenti attinenti all'attività bellica. Poteva all'occorrenza occuparsi di gestire le risorse dell'imperatore o del controllo dei cortigiani. Sotto Giustiniano I (527-565) venne anche detto kuropalates cioè ufficiale degli affari economici.

Protovestiari ricordati[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ François Guizot, The History of Civilization: From the Fall of the Roman Empire to the French Revolution, Volume 3, D. Appleton & Company, 1867, p. 204.


Bisanzio Portale Bisanzio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Bisanzio