Potamo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Potamo
Informazioni generali
Nome ufficiale (GRC) Ποταμός
Dipendente da Antica Atene, tribù Leontide, dal 307/306 a.C. al 201/200 a.C. Demetriade, trittia dell'asty
Suddiviso in Potamo superiore
Potamo inferiore
Amministrazione
Forma amministrativa Due demi
Rappresentanti Potemo superiore: 2 buleuti
Potamo inferiore: 1 o 2 buleuti

Potamo (in greco antico: Ποταμός, Potamós) era il nome di due demi dell'Attica (Potamo superiore, in greco antico: Ποταμὸς καθύπερθεν, Potamós kathýperthen, e Potamo inferiore, in greco antico: Ποταμὸς ὑπένερθεν, Potamós hypénerthen) situati sulla sua costa orientale a nord di Torico, vicino alla valle dell'Ilisso. Potamo superiore si trovava nei pressi dell'attuale monastero Cesariano e Potamo inferiore vicino a Panepistimioupolis.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Un tempo la zona era piuttosto popolosa e, secondo la tradizione, conteneva il sepolcro di Ione.[1][2][3][4]

Il demo era collocato da Leake presso le rovine di Paleokastro o Evreokastro, situate su un'altura circondata da torrenti, tre chilometri a sud-ovest di Dhaskaliò, leggermente a sud del villaggio di Dardheza. Il suo porto era probabilmente nella moderna Dhaskaliò ed probabilmente fu quello che ospitò la flotta peloponnesiaca durante la guerra del Peloponneso.[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Strabone, IX, 398-399.
  2. ^ Pausania, I, 31, 2.
  3. ^ Pausania, VII, 1, 2.
  4. ^ Plinio il Vecchio, Naturalis historia, IV, 7, 11.
  5. ^ Tucidide, La guerra del Peloponneso, VIII, 95.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Fonti primarie
Fonti secondarie

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Antica Grecia Portale Antica Grecia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antica Grecia